Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
25 giorni fa
By motogp.com

2020: una stagione di transizione carica di aspettative

Cambi di costruttore, passaggi alle squadre ufficiali e un mercato imprevedibile rendono il ritorno del MotoGP™ ancora più emozionante

Domenica 19 luglio assisteremo di nuovo alle gare del MotoGP™. Il momento che aspettavamo da mesi è ormai alle porte, con l’imminente arrivo del Gran Premio Red Bull de España, dove 22 piloti si contenderanno i primi punti del campionato 2020.

Il 2020 è un anno incredibile per molti motivi. Uno di questi è vedere piloti giovani e agguerriti trascorrere l’ultima stagione con l’attuale scuderia prima di passare alla formazione ufficiale o ad un nuovo costruttore. Tutti gli occhi saranno puntati su questi protagonisti e aumentaranno le aspettative su di loro prima di vederli affrontare il grande passaggio.

Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) è un pilota che si sta facendo amare da gran parte degli appassionati ed c’è già chi lo vede come il principale rivale di Marc Marquez (Repsol Honda Team) nel prossimo futuro, a partire già dal 2020. Il francese non ha bisogno di presentazioni e il 2020 sarà il suo ultimo anno nel Petronas Yamaha SRT prima di occupare l’attuale sella di Valentino Rossi nel Monster Energy Yamaha MotoGP. È possibile l’ingresso nella formazione ufficiale di Quartararo da campione del mondo? Solo il tempo ci darà la risposta, in ogni caso, quello che sta per iniziare sarà un anno emozionante per El Diablo.

Ci sono altri due piloti che hanno confermato il loro passaggio alle squadre ufficiali del loro attuale produttore: Jack Miller e Miguel Oliveira. L’australiano attualmente impegnato col Pramac Racing è una grande scommessa per il Ducati Team a partire dal 2021, visto che seguirà le orme dei connazionali Troy Bayliss e Casey Stoner e per emulare i risultati dei suoi connazionali, sarà fondamentale per lui riprendere le competizioni dal livello mostrato nel 2019. Così come Quartararo, anche Jackass punterà a fare il maggior numero possibile di podi e cercherà di saziare la sua fame di vittorie prima di fare il salto. Il #43 sarà sotto i riflettori nel 2020 e se otterrà ottimi risultati nel suo ultimo anno in Pramac, Miller potrebbe guadagnarsi l’etichetta di contendente al titolo del 2021.

Oliveira, nel frattempo, lascerà la Red Bull KTM Tech3 alla fine dell’anno per salire in sella alla Red Bull KTM Factory Racing condividendo il box con Brad Binder per la terza volta nella sua carriera. Il 2020 sarà la seconda stagione in MotoGP™ per il pilota portoghese e anche se le vittorie e i podi non saranno per ora il suo principale obiettivo, sarà tempo per lui di lottare regolarmente per la top 10. Le aspettative su Oliveira aumenteranno vertiginosamente in vista del 2021, quando sarà il più esperto con la RC16 a causa della partenza di Pol Espargaro. Una buona stagione 2020 è fondamentale per consolidare il suo status e affrontare il futuro con fiducia mentre Binder mira ad essere rookie dell’anno.

E che ne sarà dei piloti che cambieranno i costruttori? Danilo Petrucci (Ducati Team) occuperà il posto vacante lasciato da Oliveira nel Tech3 a partire dal 2021. Il passaggio da Ducati a KTM sarà una sfida per il ternano che atterrerà nello stabilimento austriaco con l’obiettivo di sfruttare al meglio la sua esperienza. Petrux dovrebbe sentirsi libero da pressioni nel 2020 e sarà interessante confrontare le sue prestazioni con quelle del suo compagno di squadra Andrea Dovizioso e con quelle dello stesso Miller.

Molte delle voci di mercato hanno visto KTM al centro dell’attenzione e l’annuncio ufficiale della formazione 2021 ha confermato l’uscita di scena di Pol Espargaro che si sta preparando per un’avventura che lo vedrà cambiare costruttore per la terza volta da quando è impegnato in MotoGP™. Se le voci verranno confermate, Polyccio passerà in HRC diventando il nuovo compagno di squadra di Marc Marquez e, probabilmente, il debuttante Alex Marquez passerà al Team LCR. Insomma, un mercato che non smette di offrire titoli.

Questi movimenti, alcuni dei quali non sono ancora stati confermati, faranno guardare con attenzione gli sviluppi di tutti i suoi protagonisti. Prima di allora le coppie come quella formata da Pol e KTM possono ancora scrivere pagine d’oro nel 2020. Un anno di grandi aspettative per la casa di Mattighofen, ma anche il più giovane dei fratelli Espargaro che non vede l’ora di fare l’ingresso nella sua nuova squadra con un risultato importante.

Le aspettative sono alte e l’anno di transizione è destinato a generare situazioni davvero accattivanti e ci sarà molto di cui parlare non appena i piloti della classe regina scenderanno in pista a Jerez. Questo è solo un piccolo esempio di ciò che verrà. Ricorda: #MotoGPisBack