Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By motogp.com

Pol e Binder: l’obiettivo è vincere al Red Bull Ring

Il primo posto in MotoGP™ è arrivato anche per la casa austriaca che questo fine settimana sfida i rivali sul proprio circuito

In Repubblica Ceca abbiamo assistito alla splendida vittoria del sudafricano Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) che, oltre a firmare il primo trionfo personale nella massima categoria, ha portato la RC16 sul gradino più alto del podio in condizioni d’asciutto. La sfida si rinnova con ancora più aspettative per il myWorld Motorrad Grand Prix von Österreich perché questo appuntamento si svolgerà al Red Bull Ring pista di riferimento per la KTM

Support for this video player will be discontinued soon.

“Pedrosa è stato di grande aiuto”

Dopo la prima vittoria, il costruttore austriaco non si è concesso grandi festeggiamenti ed è rimasto Brno per un test privato al quale ha partecipato anche il collaudatore Dani Pedrosa. Se Binder è entusiasta per come si è svolto in fine settimana in Repubblica Ceca, lo stesso non si può dire per Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) che ha incassato uno zero in seguito ad un incidente di gara avuto con Johann Zarco (Esponsorama Racing). Nonostante il long lap penalty, il francese è arrivato terzo al traguardo regalato alla sua scuderia il primo podio a meno di 24 ore dalla prima pole position. Da un lato il pilota di Cannes arriverà carico da due risultati d’eccellenza, uno in qualifica e uno in gara, su una pista che storicamente è una roccaforte per Ducati, dall’altra il catalano vorrà prendersi la rivincita per rivendicare il suo potenziale soprattutto sulla pista di riferimento per la RC16

Il Pramac Racing non potrà contare su Francesco Bagnaia, convalescente dopo aver fratturato la tibia nella FP1 a Brno. Il piemontese è stato operato il giorno dopo dell’incidente e sarà difficile rivederlo in pista prima del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini a prendere il suo posto ci sarà il collaudatore Michele Pirro. Il pugliese condividerà il box con Jack Miller (Pramac Racing) che ha vissuto un fine settimana lontano dai riflettori e non perderà l’occasione di brillare di nuovo allo Spielberg

Parlando di piloti che arrivano in Austria desiderosi di riscattarsi da un fine settimana al disotto delle aspettative troviamo anche l’attuale leader del campionato: Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) settimo al traguardo dopo essere scattato dalla seconda casella. El Diablo ha ancora 17 punti di vantaggio sul suo più immediato inseguitore Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) che, a Brno, ha incassato solo due punti. L’appuntamento però non è stato negativo per tutte le M1, infatti la squadra guidata da Razlan Razali ha comunque festeggiato un altro risultato d’eccellenza grazie al secondo posto di Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) per la prima volta sul podio in classe regina. Il romano ha così raggiunto il terzo posto nella classifica generale a pari punti con Andrea Dovizioso (Ducati Team), entrambi ne hanno 31, e con tre lunghezze di vantaggio su Binder. Infine, non possiamo non menzionare l’impresa di Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) che, dopo una qualifica complicata che lo ha visto scattare dalla decima casella dello schieramento, è arrivato quinto al traguardo. Al termine di un fine settimana di chiaro scuri, la casa di Iwata proverà a tenere alta la guardia al Red Bull Ring per prendersi la rivincita con tutti e quattro i suoi alfieri. 

Ci si aspetterà una reazione forte dai piloti del Ducati Team. Andrea Dovizioso ha fatto i conti con numerose difficoltà in Repubblica Ceca, molte più del previsto dato che si presentava come il più quotato per la vittoria. Anche in Austria ci si aspetta una grande prestazione da parte del romagnolo visto che da quando è entrata questa pista nel calendario, è sempre salito sul podio vantando due vittorie e un terzo posto. Se c’è una cosa che il forlivese ha dimostrato di saper fare è incassare le sconfitte per tornare poi in pista più forte di prima. Ed è così che ci si aspetta di trovarlo in questo fine settimana sulla pista dello Spielberg. Le aspettative sono le stesse per Danilo Petrucci che, come Dovi, non ha vissuto uno dei suoi Gran Premi più incisivi visto il 12° posto a Brno, piazzandosi proprio alle spalle del suo compagno di box. 

Support for this video player will be discontinued soon.

Brno: le reazioni dei piloti dopo la gara

Invece, ripartire da dove si è rimasti è l’obiettivo di Suzuki che grazie ad Alex Rins (Suzuki Ecstar) la casa di Hamamatsu si è vista in lotta per il podio per poi mancarlo solo negli ultimi passaggi. È stata una storia diversa per Joan Mir (Suzuki Ecstar) che finito a terra all’inizio della gara dopo essere scattato dalla nona casella. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) porta l’Aprilia in zona punti, al decimo posto e in Austria proverà a fare ancora meglio. 

Honda sta sentendo la mancanza del suo pilota di punta, Marc Marquez (Repsol Honda Team) che, anche per il prossimo appuntamento verrà sostituito dal collaudatore Stefan Bradl. Il rookie Alex Marquez è reduce dal 15° posto si prepara al primo appuntamento al Red Bull Ring nella massima categoria. In Austria ci si aspetta di rivedere Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) che a Jerez ha firmato il suo miglior risultato in classe regina mentre a Brno ci si aspettava di vederlo più vicino alle posizioni da podio. Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) ha provato a fare il possibile su una delle sue piste preferite ma il dolore alla mano non gli ha di certo permesso di dare il massimo. 

Ancora pochi giorni e lo spettacolo riprenderà su un nuovo circuito, i protagonisti della massima categoria si presentano con motivazioni e stimoli diversi ma l'obiettivo è lo stesso per tutti: vincere! 

Giovedì 13 alle 17:00 si svolge la tradizionale conferenza stampa, poi da venerdì inizieranno a rombare i motori celebrare il myWorld Motorrad Grand Prix von Österreich

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!