Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
26 giorni fa
By motogp.com

6 per 1: la trilogia per il titolo finale inizia a Valencia

Il GP d’Europa segna l’inizio della tripletta finale del 2020. Sei aspiranti al titolo divisi da 32 punti, chi farà il primo passo?

Il Campionato del mondo MotoGP™ imbocca la retta finale della stagione 2020, sarà un novembre ‘caldo’ visto che, a tre gare dalla fine, ci sono ancora molti candidati per aggiudicarsi la stagione. Il Gran Premio de Europa sarà prima tappa delle due che si svolgeranno al Circuit Ricardo Tormo per poi volare a Portimao per il gran finale. È difficile ritrovare nel passato un campionato così combattuto, a dimostrarlo sono i primi 14 piloti della classifica generale che, matematicamente, hanno ancora la possibilità di diventare campioni del mondo. Davvero impressionante.

Ad essere più realistici, tuttavia, possiamo considerare come contendenti più quotati i primi sei della classifica, racchiusi in 32 punti. Il leader è Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) pur non avendo ancora vinto una gara, i costanti piazzamenti sul podio fanno sì che il maiorchino si trovi in una posizione privilegiata, con 14 punti di vantaggio su Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT). Dopo un complicato doppio round al MotorLand, El Diablo non vede l’ora di vendicarsi a Valencia.

Le sensazioni generali del giovane talento nizzardo sono migliori rispetto a quelle di Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) che non riesce a trovare risposte ai suoi ricorrenti problemi con la M1. Nonostante le sue difficoltà, il catalano rimane a 19 punti da Mir e non ne vuole sapere di gettare la spugna. Andrea Dovizioso (Ducati Team) ha vissuto una doppietta molto diversa da quanto non si potesse immaginare al MotorLand ed è stato superato in classifica da Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT).

MotoGP™: I piloti analizzano il GP de Teruel

Il romano è ora quarto, ad una sola gara dal comando, dopo la sua favolosa vittoria al GP de Teruel. Dovi, invece, passa al quinto posto, a 28 punti di distacco da Mir e con quattro di vantaggio da Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) che, a sua volta, si è guadagnato il diritto di sognare dopo aver accumulato 45 punti dei 50 punti disponibili nella doppietta ad Alcañiz. Tutti loro hanno abbastanza argomenti per farsi sentire, anche Dovi che ha già vinto a Valencia nel 2018.

Tra i primi sei dei favoriti troviamo anche Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) che cercherà di farsi spazio nella corsa per il titolo. Il pilota giapponese è andato dalle stelle alle stalle all’ultimo evento. Dopo il rinnovo del contratto e la prima pole position il sogno della prima vittoria è sfumato a poche curve dall’inizio della corsa. Dopo essere stato nella top 10 in tutte le gare, Taka ha incassato il primo zero trovandosi ora a 45 punti dalla vetta della classifica.​

Rewind 11: Dynamite for Breakfast

Ad inseguire il giapponese ci sono Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing), Jack Miller (Pramac Racing) e Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3) che completano così la top 10. Danilo Petrucci (Ducati Team) si è 11°, con Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) e Alex Marquez (Repsol Honda Team) a pari punti tanto in classifica generale come per la lotta che li vede impegnati a contendersi il titolo di Rookie of the Year. Il campione in carica della Moto2 ha visto entrambe le facce della medaglia al MotorLand: sul podio al primo GP e poi a terra al secondo.

Entrambi gli esordienti sono seguiti in classifica generale Johann Zarco (Esponsorama Racing) che ad Alcañiz ha tenuto alto il nome della Ducati. Alle loro spalle, Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) completa la top 15. Il Dottore ha dovuto rinunciare a due GP dopo essere risultato positivo al Covid-19, un avvenimento che ha compromesso seriamente la sua stagione. L’esperienza a Valencia sarà speciale per Pecco Bagnaia (Pramac Racing) che farà la sua prima apparizione al Circuit Ricardo Tormo come pilota della classe regina avendoci rinunciato nel suo anno da esordiente a causa di un infortunio.

Al 17° e al 18° posto troviamo Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3) e Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) davanti ad un Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) impegnato a dare il massimo per chiamare l’attenzione e trovare una sella per la prossima stagione. Quello di Valencia sarà un appuntamento memorabile per Lorenzo Savadori che farà il suo esordio in classe regina al fianco di Aleix sostituendo Bradley Smith fino alla fine della stagione. Non resta che aspettare le 10:55 (GMT+1) di venerdì 6 novembre per assistere alla prima sessione di prove libere. Chi brillerà tra i primi sei?

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!