Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
21 giorni fa
By motogp.com

I pannelli luminosi diventano obbligatori in MotoGP™

A partire dal 2022, i circuiti che ospitano i campionati FIM e FIA devranno essere dotati di pannelli luminosi

Tags MotoGP, 2020

I pannelli luminosi ad alta tecnologia saranno obbligatori su tutti i circuiti che ospiteranno gli eventi del Campionato del Mondo FIA di Formula1 e del Campionato del Mondo FIM MotoGP™ a partire dal 2022, nonché del Campionato del Mondo Endurance FIM, FIM WorldSBK e FIM EWC a partire dal 2023. Questo è il risultato nato dalla collaborazione tra la FIA e la FIM per aumentare la sicurezza. 

I pannelli luminosi possono essere azionati dalla Race Direction o dai commissari di pista e vengono utilizzati per visualizzare informazioni cruciali per i piloti, tra cui le informazioni relative alle bandiere, le condizioni meteorologiche e se una safety car è in pista o una safety car virtuale si è spenta. 

Attualmente in F1, è lo stesso promotore del campionato il responsabile del trasporto dei pannelli ad ogni gara quindi, una volta finito l’evento, li rimuove per la gara successiva. Ciò significa che altri eventi sugli stessi circuiti non hanno accesso a questa tecnologia di sicurezza. Il nuovo requisito consentirà a tutti i campionati che competono su questi circuiti di avere accesso ai livelli di tecnologia di sicurezza della F1. 

Tutti i circuiti di Grado 1 della FIA presenti nel calendario di F1, dovrà installare i pannelli luminosi omologati T1-spec che hanno superato le ultime normative FIA 3504-2019. Allo stesso tempo, ciascuno dei circuiti FIM dei calendari MotoGP™, WorldSBK e Endurance dovrà installare i pannelli luminosi approvati T1 o T2. 

Il requisito sarà esteso ad altri circuiti FIA di Grado 1 o 2 che ospiteranno eventi del Campionato FIA, tra cui il Campionato del Mondo Endurance FIM nel 2023, dove saranno obbligatori i pannelli T2, e i circuiti FIA di Grado 3 che ospiteranno i Campionati FIA nel 2024, dove sarà richiesto il pannello luminoso a sezione T3. 

Questi pannelli sono sottoposti a rigorosi test nei laboratori dell’Istituto Federale Svizzero di Metrologia, dove vengono esaminati in diverse condizioni, tra cui la pioggia e la luce diretta del sole. 

L’azienda britannica EM Motorsport è attualmente l’unico produttore ad aver superato i test FIA per i pannelli luminosi T1 e T2, e altri produttori sono attualmente in procinto di far approvare i loro prodotti. La società spagnola Pixelcom ha superato i test FIA T2 ed è attualmente l’unico fornitore di pannelli T3 approvati dalla FIA. 

Questo nuovo requisito si basa sulla collaborazione tra FIA e FIM in materia di sicurezza dei circuiti e nasce dopo l’introduzione di un regolamento congiunto sull’installazione dei circuiti all’inizio di quest’anno. 

Stuart Robertson - FIA Head of Circuit and Rally Safety 

“Questo è un altro passo importante nella collaborazione tra la FIA e la FIM relativo alla sicurezza dei circuiti. Garantirà che tutti i campionati che competono su questi circuiti di alto profilo possano avere accesso alle più recenti innovazioni in materia di sicurezza”. 

Franck Vayssié - FIM Circuit Racing Commission Director 

“La FIM e la FIA condividono un forte legame in termini di sicurezza e questo rafforza ulteriormente tale collaborazione. Rendere obbligatori questi pannelli luminosi sui circuiti FIM che ospitano i campionati mondiali di MotoGP™, Superbike e Endurance contribuirà a garantire i massimi livelli di sicurezza per tutte le serie che gareggiano su questi circuiti di alto livello”. 

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!