Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
23 giorni fa
By motogp.com

Si accendono i motori, giù la visiera, inizia lo spettacolo!

La stagione 2021 inizierà questo fine settimana. Le MotoGP™ sono pronte a schierarsi al Losail International Circuit

Il momento che tutti stavamo aspettando è arrivato! La pausa invernale di quattro mesi si è conclusa e una nuova stagione di MotoGP™ sta per iniziare. E come vuole la tradizione, il Losail International Circuit ha l’onore di aprire le danze nell’unica gara in notturna del calendario, anche se quest’anno ci sarà un doppio appuntamento in Qatar. L’anno scorso, la classe regina non ha disputato questo evento a causa delle restrizioni di viaggio legate alla pandemia di Covid-19.

La nuova generazione è arrivata in MotoGP™

Questa volta, la storia sarà diversa! Anche se la situazione mondiale continua ad essere seria, i protagonisti del MotoGP™ sono pronti per questo primo confronto. I rookie hanno svolto sei giorni di Test Ufficiali su questa pista, mentre tutti gli altri ne hanno affrontati 5. L’unico assente è stato Marc Marquez (Repsol Honda Team) che però si è misurato sulle piste di Barcellona e Portimao. La sua assenza ai primi due Gran Premi del 2021 ormai è ufficiale, non ci resta che sperare di rivederlo in Portogallo.

Tuttavia, in vista della gara, ci sono due marchi che si distinguono dal resto: Yamaha e Ducati. La storia dimostra e ricorda che questa pista permette alle Desmosedici di sfoggiare tutto il proprio potenziale sul lungo rettilineo. Il nuovo record di velocità da 357,6 km/h è stato stabilito, seppur ufficiosamente, da Johann Zarco (Pramac Racing) durante il Test, un dato che non fa altro che ribadire quanto già detto. Ma i piloti di Borgo Panigale dovranno fare attenzione a non perdere troppo tempo nelle altre sezioni della pista ed è questo l’aspetto su cui sembrano aver lavorato con particolare attenzione. Infatti, Jack Miller (Ducati Lenovo Team), Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo) e il francese hanno dimostrato un ottimo ritmo. L’australiano ha impostato il miglior tempo assoluto di questo test. L’interrogativo avanzato da Simon Crafar riguarda la loro capacità di gestire le gomme. 

La principale minaccia per le Ducati saranno le M1 che sono state altrettanto impressionanti anche se, a differenza dei loro rivali, non hanno un dispositivo holeshot all’anteriore. Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), che ha vinto su questa pista nel 2017, Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) e Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) hanno seguito a ruota il #43. Anche Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) ha riscontrato sensazioni positive pur trovandosi più indietro nella classifica dei tempi ma, il Dottore si è detto estremamente soddisfatto di quanto provato.

Ducati in Qatar: sei esordi, tre rookie e velocità record

Attenzione anche alle Suzuki di Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) e Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), il team campione in carica! Le loro GSX-RR non hanno impressionato in termini di prestazioni ma sono rimasti costantemente in top 10. Inaugureranno l’anno con una vittoria in Qatar?

In casa Honda contano su Pol Espargaro (Repsol Honda Team) che si è adattato molto velocemente e alla RC213V. Il nuovo arrivato in casa Honda ha ancora margine di miglioramento ma i suoi risultati sono stati subito molto interessanti, un dato nemmeno troppo sorprendente considerando il suo stile di guida. Alex Marquez (LCR Honda Castrol), ora in coppia con Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu), dovrebbe aver recuperato in tempi record l’infortunio rimediato al piede destro durate il Test.

Viñales e Quartararo, “Veloci e pronti” per il primo GP

In casa Aprilia, seguiremo con attenzione le prestazioni di Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini), che ha mostrato di poter ottenere molto con questa RS-GP e sarà interessante assistere alla prima stagione completa in classe regina di Lorenzo Savadori. KTM cercherà di recuperare un test piuttosto sotto tono. La casa austriaca ha piazzato, come miglior rappresentante, Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) solo 16°.

Oltre al romagnolo, ci sono tre rookie all’esordio assluto in MotoGP™: il campione in carica della categoria intermedia, Enea Bastianini (Esponsorama Avintia), il vicecampione de mondo della Moto2™, Luca Marini (Sky VR46 Avintia), e uno dei grandi protagonisti del 2020, Jorge Martin (Pramac Racing). Chi di loro conquisterà il titolo di miglior esordiente dell’anno? Una prima anticipazione potremmo averla questo fine settimana, quando al Losail International Circuit calerà la notte, si accederanno i lampioni e la gara avrà inizio!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!