Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

Marquez: “Passo dopo passo stiamo diventando più forti”

Il #93 ha avuto modo di riposare e vuole continuare a progredire a Le Mans, dove ha vinto quattro volte nel campionato del mondo

L’atteso ritorno al Gran Premio del Portogallo di Marc Marquez (Repsol Honda Team) è stato seguito dal Gran Premio Red Bull de España dove l’otto volte Campione del Mondo ha incontrato più difficoltà. Al Circuito de Jerez-Angel Nieto infatti è caduto due volte, una delle quali alla veloce curva 7 ma ha comunque consolidato dei progressi già al suo secondo GP della nuova stagione.

Honda è arrivata a vedere la luce in fondo al tunnel?

Nonostante i problemi e i dubbi causati da quelle cadute, Marquez ha stretto i denti per portare la sua RC213V in top 10 dopo il lungo periodo di inattività. A Portimao, Marc è arrivato settimo al traguardo, a 13.2 secondi dal vincitore Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP), mentre a Jerez ha perso due posti finendo la gara in nona posizione ma il distacco dal vincitore Jack Miller (Ducati Lenovo Team) è stato inferiore, di 10.4 secondi.

Dopo l’ultimo GP, Marquez ha avuto la possibilità di completare sette giri di pista in occasione del test post-GP a Jerez al termine del quale ha ammesso di non sentire ancora completamente sua la moto. Lo stesso vale per il suo nuovo compagno di squadra, Pol Espargaro, che non è ancora a suo agio con la RC213V e si è lamentato delle diverse moto e dei set-up differenti, elementi che, sostiene, non portano ad un’intesa comune. Dopo aver messo a disposizione dei suoi piloti cinque pacchetti aerodinamici, dovremo aspettare un po’ prima di capire quali risultati avrà tratto HRC dal test andaluso.

Come vive il Repsol Honda il ritorno di Marc Marquez?

Lasciata Jerez, Marquez si è concentrato sul suo recupero per arrivare al top della forma al prossimo round: lo SHARK Grand Prix de France. “È stata una settimana positiva di pausa dalle gare e ho potuto riposare portando avanti il mio allenamento e recupero” ha spiegato il pilota di Cervera in una nota fornita dalla sua stessa squadra. Il prossimo appuntamento è a Le Mans, una pista dove lo spagnolo vanta quattro vittorie nel Campionato del Mondo: la prima in Moto2™ (2011) e le altre tre le ha ottenute in MotoGP™ (2014, 2018 e 2019).

La tabella di marcia di Marc è molto chiara: “L’obiettivo di questo fine settimana è avere meno complicazioni e continuare a lavorare per migliorare”. Tuttavia, la nuova sfida a Le Mans avrà una difficoltà in più visto che molto probabilmente si svolgerà sotto la pioggia: “Il meteo a Le Mans può sempre rendere le cose un po’ complicate ma ce la faremo, qualunque cosa accada”.

Nakagami trova vantaggi nel telaio 2020?

Ciò che conta, è sapere che Marquez sta recuperando le sensazioni per tornare al suo incredibile livello di competitività dopo ogni gara: “Passo dopo passo stiamo diventando più forti e il nostro obiettivo è quello di continuare con i progressi che abbiamo fatto fino ad ora”. Sia lui che il suo compagno di squadra cercheranno di avvicinarsi ai piloti più veloci, qualcosa che Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) ha già dimostrato di essere possibile con la sua RC213V.

Lo stesso Pol Espargaro ha rinnovato le speranze dopo la giornata di analisi in Andalusia: “Il test che abbiamo svolto lunedì è stato molto utile per me e per la squadra, abbiamo provato un sacco di cose e ho potuto capire meglio la Honda”. Il pilota di Granollers è già preparato nel caso di maltempo: “L’anno scorso sono salito sul podio a Le Mans sotto la pioggia. Naturalmente, preferiremmo che fosse asciutto ma il tempo sarà lo stesso per tutti e mi offrirà la possibilità di testare questa moto in condizioni diverse”.

Vive la France! Il MotoGP™ torna a Le Mans

“La motivazione è alta come sempre, sono entusiasta di iniziare un altro fine settimana” ha continuato il #44 che cercherà, insieme a Marquez, di ottenere un grande risultato a partire da venerdì 14 dalle 09:55 (CET). Di cosa sarà capace il duo del Repsol Honda Team?

Consigliati