Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
15 giorni fa
By motogp.com

Festa spagnola al Circuit, Garcia batte Alcoba e Oncu

Si decide tutto in volata: ottavo posto per Antonelli, decimo Nepa. Sfortuna per Migno

15 millesimi: un nulla ma quanto basta per festeggiare una vittoria che ti rende felicissimo. La domenica da sogno di Sergio Garcia (Solunion GasGas Aspar Team) al Circuit de Barcelona-Catalunya è dolcissima con la vittoria nel Gran Premi Monster Energy de Catalunya. In volata batte il connazionale Jeremy Alcoba (Indonesian Gresini Racing Moto3) e il turco Deniz Oncu (Red Bull KTM Tech 3) che conquista il suo primo podio nella classe cadetta. Il migliore degli italiani è Niccolò Antonelli (Avintia Esponsorama Moto3) che alla bandiera a scacchi è ottavo. In top ten anche Stefano Nepa (BOE Owlride) che porta a casa una decima posizione.

Al via il poleman Gabriel Rodrigo (Indonesian Gresini Racing Moto3) parte benissimo: fin dalle prime curve è lotta intensa con tantissimi piloti protagonisti. Tra sorpassi e controsorpassi Izan Guevara (Solunion GasGas Aspar Team) si porta in testa all’inizio del secondo giro mentre da dietro parte la grande rimonta di Garcia, scattato dalla 19^ casella.

Ben 18 piloti fanno parte del gruppo di testa; poco prima di metà gara John McPhee (Petronas Sprinta Racing) è al comando ma è vittima di un brutto highside. Lo scozzese finisce a terra senza conseguenze, la sua moto però rientra in pista causando la caduta di Andrea Migno (Rivacold Snipers Team) e Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse). Domenica catalana da dimenticare purtroppo per il team pesarese che oltre allo zero del romagnolo vede anche il ritiro dell’altro portacolori Filip Salac.

A dieci giri dalla fine Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) si porta in testa: a giocarsi la vittoria insieme all’ascolano saranno anche Oncu, Darryn Binder (Petronas Sprinta Racing), Guevara, Alcoba, Rodrigo, il leader del mondiale Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo), il suo compagno di box Jaume Masia, Garcia, Ayumu Sasaki (Red Bull KTM Tech 3), Kaito Toba (CIP Green Power), Antonelli, Nepa, Dennis Foggia (Leopard Racing) e il suo compagno di squadra Xavier Artigas.

La gara si fa sempre più accesa: a sette giri dal termine Sasaki va lungo mentre i due compagni di box Guevara e Garcia rischiano molto a causa di un contatto. Acosta poi viene superato da Rodrigo e Garcia.

Si decide tutto all’ultimo giro con oltre dieci piloti che puntano alla vittoria e al podio. Davanti a tutti ora c’è Masia. Izan Guevara finisce a terra e vede sfumare così le sue speranze di successo. Il migliore in volata sul rettilineo di arrivo è Garcia che precede Alcoba e Masia: lo spagnolo taglia il traguardo in terza posizione ma viene retrocesso per aver superato i limiti della pista. Oncu conquista così il suo primo podio nella classe cadetta. Quinto posto finale per Binder che precede Rodrigo e Acosta, partito 25°. Ottavo posto per Antonelli davanti a Toba, Nepa e Fenati. Subito dopo l’arrivo del pilota ascolano viene esposta la bandiera rossa per la caduta che alla curva 8 vede coinvolti Foggia, Artigas e Sasaki. Entra in zona punti anche il sammarinese Elia Bartolini (Avintia Esponsorama Moto3), 13°.

Con questi risultati Acosta resta in testa alla classifica con 120 punti, 39 di vantaggio su Garcia. 48 le lunghezze di margine del rookie spagnolo nei confronti di Masia. Quarta posizione per Romano Fenati a quota 61.

Questi sono i primi dieci nella classe cadetta alla bandiera a scacchi del Gran Premio di Catalogna:

1. Sergio Garcia (Solunion GASGAS Aspar Team)
2. Jeremy Alcoba (Indonesian Racing Gresini Moto3) + 0.015
3. Deniz Oncu (Red Bull KTM Tech3) + 0.118
4. Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo) + 0.218
5. Darryn Binder (Petronas Sprinta Racing) + 0.343
6. Gabriel Rodrigo (Indonesian Racing Gresini Moto3) + 0.456
7. Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) + 0.519
8. Niccolò Antonelli (Avintia Esponsorama Moto3) + 0.937
9. Kaito Toba (CIP Green Power) + 1.072
10. Stefano Nepa (BOE Owlride) + 1.122

PER TUTTI I RISULTATI CLICCA QUI

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati