Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
12 giorni fa
By motogp.com

Quattro su quattro, la MotoGP™ vanta un nuovo record

La vittoria di Marquez in Germania permette a Honda di seguire le orme di Yamaha, Ducati e KTM e insieme rinnovano un primato del 1975

Il Liqui Moly Motorrad Grand Prix Deutschland sarà ricordato per diverse ragioni. Per uno, il ritorno sul gradino più alto del podio di Marc Marquez (Repsol Honda Team) dal suo infortunio a Jerez del 2020, tornando alla vittoria dopo 581 giorni ed estendendo il suo dominio al Sachsenring a 11° vittorie consecutive. Ma questo risultato non è l’unico motivo per cui ricorderemo la tappa tedesca. Infatti, nelle ultime quattro gare abbiamo visto quattro costruttori diversi conquistare il Gran Premio.

Marquez, il grido della gloria

Un campionato rovente

A partire dallo SHARK Grand Prix de France, dove Jack Miller (Ducati Lenovo Team) ha mostrato il suo dominio sotto la pioggia vincendo la prima gara flag-to-flag degli ultimi quattro anni. I francesi Johann Zarco (Pramac Racing) e Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) non sono riusciti ad impedire all’australiano di conquistare la vittoria e si sono dovuti accontentare di salire sugli altri due gradini del podio.

Tuttavia, El Diablo si è rifatto all’appuntamento successivo, al Mugello, una pista dove ci si aspettava un trionfo Ducati. Dopo aver visto Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) cadere, il francese ne ha approfittato per assicurarsi un’altra vittoria davanti a Zarco.

Oliveira e KTM vogliono conquistare il Sachsenring

Al Gran Premi Monster Energy de Catalunya, Quartararo è partito di nuovo come il favorito, visto il suo status di primo in classifica in campionato e dati i risultati ottenuti in passato al Montmelo. Sulla pista catalana ha ottenuto la prima vittoria della carriera nel 2018, quando era in Moto2™, e nelle due stagioni successive ha ottenuto piazzamenti di tutto riguardo. Ma in MotoGP™ è difficile fare previsioni. Il pilota di Nizza ha ricevuto due penalità vedendo sfumare ogni possibilità di vittoria. A conquistare il GP è stato Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) che ha dimostrato di essere un passo avanti rispetto ai rivali. Il portoghese, partito dalla quarta casella dello schieramento, ha ottenuto la sua terza vittoria in MotoGP™, la quarta per KTM. E dopo la sfida in Catalunya, il campionato del mondo si è spostato in Germania e sappiamo già cos’è successo.

Si sta per scrivere una nuova storia?

Ducati, Yamaha, KTM e Honda: in quattro gare abbiamo visto quattro costruttori conquistare un Gran Premio della classe regina. L’ultima volta che si era registrato questo stesso risultato, è stato nel 1975, quando Giacomo Agostini vinse il GP delle Nazioni a Imola con la Yamaha, poi Mike Grant vinse il TT con la Kawasaki, a seguire, Barry Sheene con la Suzuki ha vinto ad Assen e poi Phil Read ha avuto l’ultima parola a Spa-Francorchamps con la MV Agusta. Nel 2021 verrà battuto questo primato? Vedremo Suzuki o Aprilia vincere ad Assen? In questo caso, sarebbe un risultato sarebbe senza precedenti visto che non abbiamo mai visto cinque costruttori diversi vincere in classe regina nella stessa stagione. Quindi, restate sintonizzati perché da venerdì 25 giugno si parte col Motul TT Assen e scopriremo se quest’impresa sarà realizzata.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!