Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
26 giorni fa
By motogp.com

Pedro Acosta, dagli inizi al trionfo mondiale

Ripercorriamo tutte le tappe principali del giovane pilota di Mazarrón che a Portimao si laurea campione del mondo in Moto3™

Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) ha bruciato tutte le tappe: ad appena 17 anni e mezzo è campione del mondo! Nasce a Puerto de Mazarrón (Murcia) il 25 maggio 2004 e si mette subito in mostra nella classe cadetta fin dal Test Ufficiale in programma a inizio stagione al Losail International Circuit firmando il secondo miglior tempo di giornata.

 

Tutto inizia a Puerto de Mazarrón…

Pedro Acosta proviene da un’umile famiglia di pescatori e inizia ad avvicinarsi al mondo dei motori a soli cinque anni quando suo padre, pilota amatoriale, gli compra una moto da cross. 'Kevin' – questo il soprannome che in casa danno al piccolo Pedro per l’adorazione al suo mito Kevin Schwantz – alla fine troverà nelle moto la sua consacrazione.

Dall’amore all’odio

'El Tiburón de Mazarrón’ inizia a farsi largo nel 2017, anno in cui si laurea campione spagnolo nel Pre-Moto3™ con due gare di anticipo. Si conquista così un posto nel Mondiale Junior Moto3™ del FIM CEV Repsol e nel 2019 è impegnato nella Red Bull MotoGP Rookies Cup. In entrambe le competizioni Acosta diventa ben presto uno dei grandi protagonisti.

Dalla pit-lane alla gloria: La rimonta epica di Acosta

Nel FIM CEV Repsol va a podio nelle fasi finali della sua prima stagione mentre nella Red Bull MotoGP Rookies Cup si laurea vicecampione grazie a tre vittorie e cinque podi chiudendo alle spalle di Carlos Tatay. Nel 2020 arriva la sua consacrazione con la vittoria del titolo nella Red Bull MotoGP Rookies Cup con due gare di anticipo.

Nel FIM CEV Repsol va a podio nelle fasi finali della sua prima stagione mentre nella Red Bull MotoGP Rookies Cup si laurea vicecampione grazie a tre vittorie e cinque podi chiudendo alle spalle di Carlos Tatay. Nel 2020 arriva la sua consacrazione con la vittoria del titolo nella Red Bull MotoGP Rookies Cup con due gare di anticipo.

Un’annata in ogni caso non facile a causa della rottura di una gamba prima del via della stagione. Ma grazie al suo grande spirito combattivo, alla sua tenacia e determinazione riesce a conquistare il suo grande obiettivo, ovvero quello di approdare nel Campionato del Mondo Moto3™.

Un esordio da sogno

Acosta dimostra fin da subito il suo grande valore e talento. Nel corso della prima giornata di test privati all’Autódromo Internacional do Algarve lancia un chiaro messaggio a tutti i suoi rivali e nella seconda giornata di lavoro in pista si mette alle spalle un veterano della classe leggera come John McPhee (Petronas Sprinta Racing).

Nel Gran Premio Barwa del Qatar all’esordio fa parlare tutti di sé grazie all’eccezionale secondo posto che ottiene in gara. Acosta in un solo giro recupera dall’11^ alla quinta posizione. Per soli 42 millesimi arriva alle spalle del suo compagno di squadra Jaume Masia. La vittoria però è solo questione di giorni.

Prima vittoria e dei numeri eccezionali

Una settimana dopo nel Gran Premio TISSOT di Doha firma una storica impresa alla sua seconda gara nella classe cadetta del Campionato del Mondo: batte tutti partendo dalla corsia box. È nata una stella.

Acosta vuole dimostrare che non si tratta di un fuoco di paglia e trionfa anche nel Gran Premio 888 de Portugal confermandosi in testa alla classifica iridata.

Acosta, Campione del Mondo in Moto3™

Dopo queste due vittorie ne arriva una terza consecutiva, quella nel Gran Premio di Spagna. Nelle tre successive gare il suo miglior risultato è un settimo posto; prima della pausa estiva nel GP di Germania porta a casa la sua quarta vittoria. Batte tutti anche nel GP di Stiria. A Portimao nel GP di Algarve corona il suo sogno iridato: vince la gara e si laurea campione del mondo in Moto3™. Eccezionale!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!