Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
18 giorni fa
By Team Suzuki Ecstar

Suzuki cambia pelle per celebrare 60 anni di competizioni

Blu e argento sono i colori dominanti sulla moto della casa di Hamamatsu. Rins e Mir sono pronti a frequentare costantemente il podio

Il box del Suzuki Ecstar Team al Sepang International Circuit è lo scenario della presentazione della squadra 2020. L’anno scorso Alex Rins ha vinto due gare nel campionato del mondo mentre per Joan Mir è stata la stagione d’esordio nella massima categoria e i suoi risultati sono stati in crescendo. Dopo un anno di soddisfazioni le aspettative non possono che aumentare e i piloti hanno le idee chiare: il podio e soprattutto il suo gradino più alto sono il target a cui mirare.

La Suzuki che vedremo in pista quest’anno ha molto più argento ma non rinuncia al blu che la caratterizza da sempre il costruttore giapponese. Quella che sta per iniziare è una stagione speciale per la squadra e per il costruttore che quest’anno celebra 60 anni nel mondo delle competizioni, un traguardo che non può che offrire una carica e un’ulteriore motivazione alla squadra e ai piloti.

Davide Brivio, Team Manager: “Nel 2019 abbiamo dimostrato grande consistenza durante tutto l’anno e credo che siamo sulla strada giusta per il successo. Alex ha vinto due gare ed era il nostro obiettivo ad inizio stagione ottenendo anche un altro podio. Abbiamo imparato molto l’anno scorso facendo un importante passo avanti sia con Alex che con la squadra. Siamo molto contenti con Joan perché ha dimostrato di fare grandi progressi e dopo l’importante infortunio di Brno, è riuscito a concludere la stagione in modo consistente. Non solo risultati, ma siamo riusciti a migliorare il metodo di lavoro nei fine settimana di gara. Il 2019 è stata una grande lezione in vista del 2020. Quest’anno Suzuki compie 60 anni nelle competizioni quindi siamo ancora più motivati ad ottenere buoni risultati per la casa e per i nostri tifosi. Gli ingegneri in Giappone hanno lavorato sodo in molti aspetti e in moltissimi dettagli durante la pausa invernale e potenziando il pacchetto. I piloti sono pronti ed emozionati, credo che abbiamo un’ottima base di partenza e credo che riusciremo a migliorare ancora come squadra e con entrambi i piloti”.

Alex Rins: “L’anno scorso ho vissuto una delle emozioni più belle di sempre vincendo la mia prima gara, è stato un sogno diventato realtà e la seconda vittoria, anche quella è stata fantastica. Porterò questa emozione con me nel 2020 e spero di poterla rivivere più e più volte. Una delle lezioni più importanti che ho imparato l’anno scorso è stato come gestire una gara soprattutto quando sono in testa o quando devo battermi. Mi rende orgoglioso vestire questi colori e celebrare i 60 anni di Suzuki nelle competizioni. Nel 2020 saremo concentrati e cercheremo di ottenere buoni risultati, fare più podi e spero di ottenere più vittorie”.

Joan Mir: “Le aspettative per il 2020 sono molto più alte rispetto a quelle che avevo per l’anno scorso perché non sono più un rookie. Abbiamo concluso la scorsa stagione con un buon ritmo, consistenza e migliorando molto riuscendo a superare numerose difficoltà come il recupero dopo la caduta che avevo fatto a Brno. Nonostante quello, sono riuscito comunque ad affrontare con serenità l’ultima parte del campionato. Il primo anno con una MotoGP™ serve per imparare a controllarla e ho avuto un grandissimo supporto da parte della mia squadra. Adesso voglio consolidare la mia esperienza e inserire il mio nome nella lista dei top riders. Mi sono allenato durante l’inverno e sono concentrato tanto fisicamente come mentalmente. Sarà un anno molto importante per Suzuki e la GSX-RR in argento e blu è davvero bellissima, sono orgoglioso di far parte di questa storica marca”. 

Vivi il meglio della stagione seguendo i test e i Gran Premi LIVE e OnDemand con il VideoPass!

Consigliati