Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
13 giorni fa
By Movistar Yamaha MotoGP

Lorenzo: “Le condizioni erano terribili”

L’iridato in carica conclude il GP d’Olanda al decimo posto in un fine settimana in ombra. La bandiera a scacchi dopo il nubifragio gli vale sei preziosi punti in campionato.

Un Jorge Lorenzo in difficoltà e arretrato in basso al gruppo è l’immagine del pentacampione tra le nubi d’acqua della pista di Assen. Il pilota Movistar Yamaha interpreta un GP d’Olanda al di sotto delle aspettative e a fine gara, la seconda della domenica, porta ai box sei punti iridati fondamentali. Un fine settimana non da leader per il campione del mondo in carica, costretto ad inseguire e a fare i conti con le conseguenze fastidiose di una caduta durante le libere di sabato. Lorenzo parte dalla quarta fila e guadagna posizioni durante la prima fase della corsa ma non riesce a tenere il passo dei piloti di testa sull’asfalto bagnato e perde contatto con le prime posizioni scendendo al diciannovesimo posto prima che la bandiera rossa fermi la gara a causa del diluvio. Scattato dal fondo del gruppo dopo la nuova partenza, il maiorchino guadagna anche posizioni nonostante le palesi difficoltà sulle pozze d’acqua e salva il salvabile con il decimo posto finale. La caduta del compago di box e rivale in campionato Valentino Rossi infonde maggior valore al suo risultato e il numero 99 resta secondo iridato con 24 punti in meno di Marc Marquez del team Repsol Honda, secondo nell'ottava prova della stagione.

Lorenzo contiene i danni dopo la prova di Assen

Jorge Lorenzo: “La prima gara sono arrivato diciannovesimo, ultimo; le condizioni erano terribili. La seconda partenza è stata fatta dopo un leggero miglioramento della pista e ho montato gomma da bagnato soft sul posteriore. Ho guidato con maggior facilità rispetto alla prima parte di gara e ho ottenuto un risultato importante per il campionato. Marquez ha guadagnato molti punti dopo questa prova ma Rossi avrebbe potuto recuperare tanto e pendere anche un vantaggio, così non è stato. Prima di Le Mans ero a 24 punto dalla vetta e adesso sono nella stessa situazione dopo due gare molto difficili. Dobbiamo pensare positivo, ho molte gare per recuperare”.

Consigliati