Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
21 giorni fa
By motogp.com

Nakagami conquista l’Olanda

Alla ‘Cattedrale’ del motociclismo il nipponico è il vincitore della gara Moto2™ davanti a Zarco, Morbidelli sul podio.

Nakagami fa suo il GP d'Olanda

Takaaki Nakagami, Idemtsu Honda Team, vince il GP d’Olanda dopo una prova maiuscola e una gara decurtata dell’ultimo giro a causa della pioggia; per lui è il primo successo in carriera e storico per il Giappone che non vedeva un suo pilota sul gradino più alto del podio da sei anni. Johann Zarco della scuderia Ajo Motorsport è secondo e Franco Morbidelli, pilota Estrella Galicia 0,0, tiene alto il tricolore al terzo posto.

La gara di Assen si apre con condizioni climatiche buone dopo la pioggia che ha caratterizzato il sabato di qualifiche ma le precipitazioni torneranno prima della fine della corsa. La griglia di partenza è comandata da Thomas Luthi, pilota Garage Plus e a autore della pole. In prima fila lo affiancano Zarco e Dominique Aegerter, team Carxpert Interwetten. Franco Morbidelli è al centro della seconda fila. Vicino a lui e in sesta Nakagami, più veloce del warm up a conferma delle sue grandi doti sul giro secco. Le condizioni climatiche e la temperature di hanno contribuito in modo determinate alla scelta della gomme e quasi tutti i prototipi della classe mediana hanno Dunlop a mescola media davanti e dura dietro.

Si spegna il semaforo e Luthi parte subito veloce, Zarco sbaglia e va largo mentre Nakagami parte bene. Secondo è Aegerter. Sam Lowes, Federal Oil Gresini e scattato dalla quarta piazza è velocissimo e al secondo giro si mette alla caccia dello svizzero ma poi riperde la posizione. Bella partenza anche per Morbidelli che sale fino al terzo posto e attacca Aergenter per poi mettersi alla caccia di Luthi. Al quarto giro l’italiano è deciso a diventare leader della corsa e in staccata conquista la prima posizione mentre Nakagami è terzo. Il quintetto di testa, chiuso da Lorenzo Baldassarri del Forward Team, ha preso un vantaggio sul resto dei corridori comandati dal britannico numero 22 staccato di oltre due secondi.

Nelle fasi iniziali di gare cade Axel Pons, il pilota AGR Team va lungo alla curva 1. Lotta accesa tra Baldassarri e Zarco quando il leader iridato Alex Rins, Paginas Amarillas HP 40 è ottavo. Morbidelli non allunga e a meno sedici giri dalla fine subisce l’attacco di Nakagami che diventa il nuovo leader della corsa. Luthi resta terzo. Ma l’italiano non ci sta e risponde tornado primo.

Battute centrali di gara, Morbidelli è rallentato e perde posizioni scivolando al quarto posto. Ne approfitta il nipponico di Honda che conquista la prima posizione davanti a Luthi. Terzo Zarco e in rimonta che al dodicesimo giro ha la meglio sull’elvetico mentre Nakagami allunga di oltre 1,6 secondi sul francese. Ma la gara del romano del team Estrella non è ancora da bandiera bianca e dopo due passaggi torna all’attacco.

Mancano undici giri e Zarco attacca dopo essersi lasciato alle spalle Luthi. Il francese risponde al sorpasso e torna secondo. Luca Marini del team Forward Racing scivola alla curva 5, torna in moto ma è ultimo e costretto alla rimonta.

Ad otto tornate dalla fine l’uomo pole sembra attardato e perde posizioni stabilizzandosi all’ottava piazza. Davanti è sempre il numero 30 Idemitsu Asia che fa il ritmo con oltre tre secondi sull’iridato in carica. Morbidelli è terzo mentre il connazionale Baldassarri al quinto posto mette pressione a Lowes che rischia la caduta. A meno cinque girio dalla fine Luthi esce di scena con una scivolata alla curva otto ponendo fine ad un fine settimana dalla aspettative più alte.

I commissari espongono la bandiera bianco crociata che indica la presenza di pioggia sull’asfalto a un giro dal termine la bandiera rossa porrà fine anticipata alla gara. Nakagami davanti a Zarco e a Morbidelli. Dopo la classe leggera dominata dagli italiani il podio del romano è un grande risulto al quale si affianca il quinto posto di Baldassari. Nel giro finale cadono Danny Kent, Leopard Racing e Julian Simon, QMMF Racing.

Nakagami è il secondo giapponese a vincere un GP dopo il successo di Yuki Takahashi sulla pista di Barcellona nel 2010 e, con il successo olandese, conquista posizioni iridate ed è quinto. Con la gara di Assen cambia nuovamente la parte alta della classifica iridata. Al comando si trova Zarco a pari merito con Rins, 126 punti per entrambi poi Lowes a 121 lunghezze iridate.

I risultati della Moto2™ ad Assen sono consultabili qui.

#DutchGP: Gara Moto2™

Prossimo appuntamento per la classe di mezzo il GP di Germania che partirà venerdì 15 luglio.