Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By motogp.com

FP3 in Austria, Ducati ancora è davanti a tutti

In Stiria dominano ancora le moto di Borgo Panigale, Iannone è primo davanti a Dovizioso. Lorenzo in ripresa e Rossi è sesto. Cade Marquez.

La terza sessione di libere MotoGP™ al GP d’Austria si chiude con il miglior crono di Andrea Iannone e con la conferma della velocità Ducati dopo il miglior tempo delle prime libere firmato da Andrea Dovizioso. Il romagnolo resta secondo e vicino al compagno di box. Maverick Viñales, portacolori Suzuki Ecstar, è ancora terzo mentre Jorge Lorenzo sale la classifica combinata ed è quarto. Valentino Rossi, rivale del maiorchino nel team Movistar Yamaha è sesto. Brutta caduta per il leader della classifica iridata che è costretto alla defezione nella terza sessione ma entra comunque nella Q2.

Condizioni meteo stabili e una temperatura in aumento accolgono i protagonisti della classe regina e la terza sessione di libere in Stiria si apre con il sole. Subito molti corridori della massima serie iniziano a dare il massimo tentando di battere il miglior tempo del numero 4 del Team di 1:23.617s provando a conquistare la miglior posizione per la sfida delle qualifiche. Tra le impegnative staccate del Red Bull Ring e i decisi cambi di pendenza si prova a fare meglio di venerdì ed è Marc Marquez, decimo nella combinata del venerdì ad accodarsi dietro le moto italiane. 1.24.265s il terzo miglior tempo del pilota Repsol Honda. Ma per il corridore HRC la FP3 non sarà di soddisfazione e alla curva 3 è vittima di una caduta. Frena con decisione in staccata precedendo il compagno di box Dani Pedrosa, la moto si avvita su se stesa e Marquez picchia duramente la spalla destra sull’asfalto. Circondato dai sanitari si rialza ed è trasportato al centro medico.

La caduta di Marquez da tutte le prospettive

Rossi per ora non migliora il suo crono di venerdì ed è quinto davanti a Cal Crurchlow, LCR Honda e a Lorenzo, mentre Danilo Petrucci del team Octo Pramac Yakhnich è nono e la wild card del Team Michele Pirro all’undicesimo posto. Fino a dieci minuti dalla fine delle terze libere l’alta classifica tempi non muta, i corridori di vertice provano ad insidiare il primato Ducati della FP2 ma invano, solo Pedrosa risale di qualche posizione rispetto al suo primo giorno al Red Bull Ring, ora è nono guadagnandosi l’accesso alla Q2. Migliora anche Lorenzo, che conquista il quarto posto mentre a meno due minuti e 30 secondi dalla fine Alvaro Bautista mette la sua Aprilia Gresini nella top ten ma alla fine sarà sedicesimo.

Battute finali, Viñales si inserisce tra le Ducati mentre Iannone batte il primo tempo del compagno di scuderia, 1:23.327s per il pilota di Vasto che è il più veloce delle libere davanti al compagno di box. Segue il numero 25 Suzuki e le M1 di Lorenzo e Rossi tra le quali si inserisce la GP15 Octo Pramac di Scott Redding al quinto posto Aleix Espargaro del team Ecstar è settimo con un dito della mano sinistra rotto nella caduta in FP2. Marquez, nonostante l'incidente e lo stop è nono e resta in lizza per la Q2 ma dovrà essere ancora visitato dai medici all'ospedale di Leoben mentre Pedrosa chiude le prime dieci posizioni. Gli altri italiani: Petrucci e Pirro sono rispettivamente undicesimo e quattordicesimo.

Alle 13:30 austriache la quarta sessione di libere.

I risultati delle FP3 sono consultabili qui.

I migliori dieci della combinata accedono direttamente alle Q2, i restanti si giocheranno le altre posizioni in griglia nelle Q1 che inizieranno alle 14:10 ora locale. Alle 14:35 le seconde qualifiche.

Consigliati