Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
1 giorno fa
By motogp.com

Ecco la seconda gara del triplete, la MotoGP™ è in Australia

Il sedicesimo appuntamento della stagione sarà a Phillip Island, pista dal grande fascino; è aperta la corsa al secondo posto iridato.

Il circuito di Phillip Island ospiterà il prossimo GP della stagione, sarà la sedicesima prova del campionato del mondo 2016 e il palcoscenico è dal grande fascino. La gara australiana del 2015 fu una delle più belle della storia, in un luogo leggendario e incastonato in un panorama mozzafiato. Pista impegnativa ed eterogenea quella di Beach Road, fatta di forti cambi di pendenza e curve con sfondo la baia; sicuramente la gara della massima cilindrata sarà di forti emozioni.

Marc Marquez arriva a Phillip Island fresco dell' incoronazione come campione del mondo; l’anno scorso in Australia si impose in un epica battaglia dal primo all’ultimo giro. Per il talento di Cervera adesso l’obiettivo è battere altri record e primeggiare come numero di pole position. 273 punti e cinque vittorie stagionali mettono al sicuro il suo primato e potrà affrontare il GP con la tranquillità di chi domina senza più rivali.

La più avvincente partita rimasta aperta adesso è tutta nel box Yamaha. I due piloti della scuderia Movistar, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, distano 14 punti e con tre gare alla fine del campionato ogni pronostico è aperto. Il Dottore e il maiorchino lasciano il Giappone con zero punti ma sono pronti per la volata finale. Nel 2015 Lorenzo arrivò secondo sul podio di Phillip Island mentre Rossi restò fuori dalle posizioni che contano.

Uno dei grandi protagonisti della battaglia dello scorso anno è stato Andrea Iannone che concluse il GP d’Australia al terzo posto. In avvio di gara l’incidente con un gabbiano lo costrinse ad una battuta d’arresto nel tentativo di allungo ma restò per tutte le tornate con i ‘fantastici tre’ a duellare con vigore. Questa stagione il pilota del Ducati Team sarà assente, alle prese con un lungo recupero dell’infortunio alla vertebra. Al suo posto Hector Barbera, pilota Avintia Racing, e dopo Motegi al suo secondo GP sulla DesmosediciGP.

A difendere i colori della casa bolognese ci sarà anche Andrea Dovizioso reduce da un bel secondo posto al Twin Ring. Il forlivese è in recupero e dopo quattro podi stagionali è lanciato verso la rimonta in classifica iridata dove adesso è sesto a 124 punti con nel mirino non solo il quinto posto di Dani Pedrosa (Repsol Honda), ora fuori a causa dell’infortunio a Motegi, ma anche del quarto posto occupato da Maverick Viñales, pilota Suzuki Ecstar a 165 lunghezze iridate.

Sotto il romagnolo si è accesa la sfida per essere il miglior pilota non ufficiale. Dopo la gara giapponese il duello è tutto tra Honda e Yamaha con Cal Crutchlow (LCR Honda) a 116 punti e Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech3) a 106. L’anno scorso i due arrivarono settimo e sesto a Phillip Island, quest'anno la loro sarà una lotta tutta da seguire.

Il GP d’Australia si aprirà giovedì 20 ottobre alle 17:00 locali con la conferenza stampa, in Italia saranno le 8. Venerdì le prime libere che inizieranno alle 10:00, sarà la una italiana.

Consigliati