Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
17 giorni fa
By motogp.com

Dovizioso detta legge in Malesia

Il forlivese vince la diciassettesima gara dell’anno davanti a Rossi. Per il pilota Ducati è la prima vittoria stagionale. Lorenzo è terzo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Dovizioso firma la sua prima vittoria stagionale

Il GP della Malesia è di Andrea Dovizioso che sale per la prima volta sul gradino più alto del podio in questa stagione. Il numero 4 del Ducati Team è il nono vincitore della stagione e il secondo sulla moto di Borgo Panigale. 'Desmo Dovi' ha la meglio su Valentino Rossi e su Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha) con l'italiano che chiude a suo favore la corsa al secondo posto iridato. Marc Marquez, campione del mondo del team Repsol Honda cade, cosi come Andrea Iannone (Ducati Team) quando era in lotta per il podio dopo un duello spettacolare con il Dottore. Dietro le Yamaha i piloti del team Avintia Racing, ancora una volta nelle migliori cinque posizioni.

Support for this video player will be discontinued soon.

Dovizioso: "Volevo vincere, tanto"

Condizioni di pista miste e il cielo nuvoloso fanno da cornice alla penultima gara stagionale della classe regina. Le precipitazioni hanno caratterizzato le libere di venerdì e il sabato di qualifiche. La mattinata di warm up sembrava lasciar prevedere una gara asciutta ma poi la pioggia è tornata costringendo le scuderie a veloci scelte per trovare l’assetto migliore. La domenica mattina si è aperta con miglior tempo di Maverick Viñales, il pilota Suzuki partirà dalla terza fila in griglia di partenza e la sua gara sarà nel segno della costanza ma senza acuti.

In testa alla griglia di partenza c’è Dovizioso. Nelle qualifiche il pilota Ducati ha messo a referto il primo tempo dopo il cambio di mescole, una mossa che gli è valsa la seconda pole stagionale e nel warm up è stato il quarto più veloce, sarà la sue domenica. In seconda posizione Rossi che nella mattinata è sembrato aver un passo più lento rispetto alle qualifiche mentre a chiudere la prima fila il suo rivale di scuderia Jorge Lorenzo, in buona condizione sul nuovo asfalto malese nonostante le condizioni da bagnato dove, nel corso della stagione, il maiorchino non ha mai brillato. Marquez è sulla quarta casella.

Rientrante dall’infortunio alla schiena Iannone che scatterà in chiusura della seconda fila; nelle prove mattutine è stato autore del secondo miglior tempo e la sua sarà una gara da protagonista prima del ritiro. Danilo Petrucci (Octo Pramac Yakhnich) è quindicesimo. Da segnalare è l’assenza di Dani Pedrosa; il portacolori HRC è ancora convalescente dall’infortunio alla clavicola, al suo posto corre Hiroshi Aoyama. Il collaudatore Honda scatterà dalla sesta fila e la sua gara si concluderà al sedicesimo posto. In fine, ottime qualifiche per Loris Baz (Avintia Racing) che dopo il decimo tempo per la prima volta partirà dalla quarta fila mentre Cal Crutchlow (LCR Honda) sabato ha rimediato una piccola frattura al pollice destro a causa di una doppia caduta ma sarà regolarmente al via al centro della seconda fila.

Gomme da bagnato per tutti i piloti a diverse mescole e piove a scrosci forti poco prima della partenza che è posticipata per permettere ai team di lavorare sull’assetto e sul cambio di gomme definitivo. La gara inizia senza precipitazioni ma su pista bagnata, e i giri saranno 19 al posto che i 20 previsti con possibile rientro ai box per cambiare moto.

Si spegne il semaforo e parte bene Lorenzo che è seguito da Marquez, Rossi è quarto e cede la posizione anche a Dovizioso. Iannone è con il gruppo di testa che nel primo giro cambia varie volte. The Maniac, dimostra da subito grande decisione e si mette al secondo posto a rimorchio di Valentino, ora primo dopo aver superato tre piloti. Gli spagnoli sono dietro e Lorenzo inizia a perdere posizioni ma resterà agganciato ai primi e sarà la chiave del suo podio.

Davanti si accende la lotta tra il Dottore e The Maniac, un duello emozionate con il numero 29 che si mette davanti al nove volte iridato che prova a difendersi. Dovizioso è terzo poi Marquez, segue Lorenzo a un secondo dalla vetta e dietro di lui Crutchlow e Viñales. Baz resta decimo mentre Petrucci è 15esimo. Per il pilota Fiamme Oro una gara in salita ma nonostante questo recupera posizioni nel corso dei passaggi e alla fine sarà decimo.

Rossi e Iannone hanno quasi lo stesso passo, con il pilota Yamaha che sembra avvantaggiarsi a fine rettilineo in staccata. Mancano sedici giri alla fine e il britannico del team LCR ha la meglio sull’ex campione del mondo. L’iridato attuale invece pare tenere per il momento un passo costante e segue gli italiani. La M1 di Rossi e le due DesmosediciGP hanno le stesse mescole medie e il duello di vertice continua con tra sorpassi e controsorpassi. Al 14esimo giro Crutchlow supera Marquez e si mette in scia della moto di Borgo Panigale. Jorge Lorenzo resta dietro al numero 93 Honda e prova a non perdere terreno mentre il pilota Honda satellite ha ricucito su Dovizioso. La coppia di testa ha un leggero mergine e tra i due il duello non si placa, a Sepang per il motociclismo italiano sono dei gradi momenti.

A meno dieci giri dalla fine al comando c’è il pilota di Vasto che ha circa 0,2s di vantaggio su Rossi. Poi Dovizioso, Crutchlow e Marquez, sesto è Lorenzo. Cade Stefan Bradl (Aprila Gresini) e poi toccherà a Crutchlow. Il fine settimana Malese gli riserverà poche soddisfazioni ma continuerà ad essere il migliore dei non ufficiali in classifica iridata. All’undicesimo giro Valentino si mette al comando della gara incalzato dalla due frecce rosse. Marquez potrebbe approfittare della lotta tra connazionali ma cade alla curva 11; per il migliore della classe è la seconda scivolata in due gare, rimonta in sella e alla fine sarà undicesimo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Seconda caduta di Marquez in una settimana

Il trio di testa ha sette secondi su Lorenzo. Al dodicesimo giro Iannone, che era sceso in terza posizione, finisce nella ghiaia ponendo fine alla sua gara da protagonista. Rossi resta al comando seguito da Dovizioso. Il numero 99 è sul podio e quarto è Baz. Alla curva uno del quattordicesimo giro il Dottore va largo e apre la traiettoria al numero 4 che passa al comando mentre dietro la sfida è tra i piloti Avintia con Hector Barbera che incalza il compagno di scuderia francese.

Battute finali. Dovizioso allunga verso la sua prima vittoria stagionale; è il nono pilota diverso del 2016 a salire sul gradino più alto del podio, non faceva suo un GP dal 2009. Secondo è Rossi seguito da Lorenzo. Nella sfida interna al box Avintia ha la meglio Barbera, quarto davanti a Baz poi Viñales sesto. Top ten centrata per Petrucci e per l'Aprilia grazie al nono posto di Alvaro Bautista.

Con il diciassettesimo GP della stagione concluso la nuova classifica iridata vede al primo posto sempre Marquez, già proclamato campione. Rossi stacca di altri punti Lorenzo e chiude la partita interna al box di Iwata mentre Dovizioso conquista il quinto posto.

Support for this video player will be discontinued soon.

#MalaysianGP: Gara MotoGP™

I risultati della gara e la classifica iridata sono consultabili qui.

Support for this video player will be discontinued soon.

#MalaysianGP: la conferenza stampa post gara

Adesso si ritorna in Europa per l’ultimo GP della stagione, quello della Comunità Valenziana. Le prime prove libere al circuito Ricardo Tormo inizieranno venerdì 11 novembre.

Consigliati