Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
23 giorni fa
By Forward Racing Team

Spavento Baldassarri, ma è OK

Paura per il marchigiano vittima di un incidente, ma nessuna conseguenza

Durante il turno di qualifiche Moto2™ del Gran Premio di Olanda ad Assen, il Forward Racing Team ha vissuto un terribile spavento che si è risolto fortunatamente per il meglio. Lorenzo Baldassarri è caduto dopo pochi minuti dall’inizio della sessione.

Il pilota marchigiano, che aveva iniziato il suo sabato olandese con una promettente sesta posizione nelle FP3, nel pomeriggio è stato sfortunato protagonista di un violento highside all’uscita della curva Ramshoek, complici le difficili condizioni della pista. Baldassarri in seguito all’impatto ha perso brevemente conoscenza, ma fortunatamente non ha riportato gravi lesioni. Il pilota è stato portato all’ospedale ‘Universitair Medisch Centrum’ di Groningen per ulteriori accertamenti e il personale medico ha confermato un trauma cranico ed escluso complicazioni. A causa dell’incidente, Baldassarri domani non parteciperà al Gran Premio di Olanda del Campionato del Mondo Moto2™.

Passando all’altro lato del box del Forward Racing Team, Luca Marini domani partirà per il GP d’Olanda dalla quinta fila della griglia di partenza, dopo avere lottato contro cronometro e avversari per tutto il turno di qualifiche. La sessione che decide lo schieramento è iniziata con l’asfalto bagnato ma, in seguito al progressivo miglioramento delle condizioni di pista, Marini è velocemente tornato al box per montare gomme di asciutto. Negli ultimi decisivi minuti, è riuscito ad agguantare la quattordicesima posizione, a soli otto decimi di secondo dalla pole position, dovendo fare ancora i conti con una forma fisica non perfetta dopo l’incidente di Le Mans.

Support for this video player will be discontinued soon.

L'incidente a Baldassarri

Il Dr. Michele Zasa ha rilasciato il seguente commento riguardo le attuali condizioni fisiche di Lorenzo: “Lorenzo è ricoverato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Groningen e la TAC ha dato esito negativo a livello celebrale, quindi non ha nessun danno evidenziabile. Per sicurezza i medici procederanno con una radiografia alla caviglia destra a cui lamenta un leggero dolore e poi verrà mantenuto tutta la notte in osservazione. Domani mattina verrà sottoposto a un’ulteriore visita e se non si evidenzieranno problemi verrà dimesso”.

Luca Marini: “Prima di tutto mi dispiace molto per quanto è successo a Lorenzo e gli auguro una veloce guarigione. Non è stato un turno di qualifiche facile per me se devo essere onesto, non ero al 100% con l’assetto della mia moto e questo ha complicato un po’ le cose. Sarebbe bastato qualche decimo di secondo in meno per cambiare completamente la mia posizione sullo schieramento quindi, devo ammetterlo, non sono felicissimo per il mio risultato finale. Comunque ho un buon ritmo in previsione della gara e per domani abbiamo in programma di provare alcune modifiche sulla moto che credo porteranno a un importante miglioramento. La partenza sarà fondamentale e spero di potere portare a casa il maggior numero di punti possibile”.

Giovanni Cuzari, team owner “Non posso trovare le parole per descrivere quanto sono sollevato dopo la terribile caduta di Lorenzo e il tempo passato prima di ricevere le prime notizie positive è sembrato infinito. Ho sempre considerato questo team come la mia seconda famiglia e vedere Lorenzo a terra dopo l’highside è stato spaventoso e sono veramente contento che stia bene. Devo ringraziare Dainese e AGV, perché senza le loro protezioni di altissimo livello l’infortunio di Lorenzo sarebbe potuto essere ben più grave. Oggi siamo stati ancora volta testimoni di quanto importante sia la sicurezza in pista per i nostri piloti e dobbiamo cercare di continuare a migliorarla in ogni modo. Voglio anche ringraziare tutto lo staff medico e i soccorsi per il loro aiuto, insieme a tutte le persone del paddock per il loro interessamento e appoggio. È normale che dopo un grave incidente come questo le qualifiche passino in secondo piano, ma devo dire che Luca ha ottenuto un buon risultato considerando le sue condizioni fisiche, concludendo a soli 8 decimi dal tempo della pole position. Anche se le circostanze non sono state facili, ha soprattutto sottolineato ancora una volta i suoi progressi e sappiamo che domani proverà a fare una grande rimonta per riuscire a chiudere la gara ancora una volta nella Top 10”.

La condizione di Baldassarri è continuamente monitorata anche durante la domenica di Assen; il pilota VR46 Academy è in attesa di un ulteriore visita medica che stabilirà quando potrà essere dimesso. Il dottor Zasa commenta:
 
“La notte è trascorsa bene per Lorenzo, nel senso che i parametri vitali del paziente sono rimasti stabili e non ci sono state complicazioni. Ovviamente ha sofferto un po’ di dolori a causa dei traumi subiti. Da un punto di vista diagnostico, le prime indagini di urgenza effettuate ieri hanno escluso gravi lesione e poi si è andati più nel dettaglio. Dagli ultimi esami è emersa una piccola frattura alla caviglia destra che ci riserviamo di valutare nei prossimi giorni per quanto riguarda i trattamenti necessari. Lorenzo è ancora ricoverato in attesa della visita del medico che deciderà se dimetterlo o proseguire con ulteriori indagini e qualche ora in più di osservazione.”

Consigliati