Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

Van der Mark: “Incredibile poter guidare la M1 di Valentino”

L’entusiasmo dell’olandese nell’essere il sostituto di Rossi ad Aragon.

Il MotoGP™ è sta arrivando alle battute finali e Valentino Rossi due settimane fa si è fratturato la gamba destra in allenamento. Ben presto si è parlato di chi avrebbe potuto sostituire in pista il Dottore e Yamaha, da poche ore, ha annunciato che al posto di Rossi nella tappa aragonese della classe regina correrà Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team). Il 24enne olandese continua a impressionare nel World Superbike al suo primo anno con la scuderia di Iwata.

Vincitore anche della prestigiosa 8 Ore di Suzuka, van der Mark è stato recentemente intervistato da worldsbk.com sulla grande opportunità di rimpiazzare Valentino nella prova spagnola.

Sei pronto a fare il debutto in MotoGP™, complimenti! Come ti senti?

“Sono molto contento, davvero entusiasta, è pazzesco avere la possibilità di guidare la moto di Valentino, ma sarà una settimana davvero difficile. Non ho fatto alcun test su questa moto, sarà un impegnativo week end ma sono davvero molto contento e non vedo l’ora di sfruttare questa grande opportunità che mi hanno dato”.

Com’è andata?

“Quando ho visto quello che è successo a Valentino, sapevo che per alcune gare avrebbero dovuto sostituirlo, quindi il mio manager ha parlato con Lin Jarvis per sapere qual era la situazione. Hanno detto che avevano bisogno immediatamente di un sostituto per Aragon e avevano un paio di opzioni. Alla fine hanno scelto me".

La R1 e la M1 avranno molte differenze, quali sono le tue aspettative sulla M1?

“È molto difficile dirlo, è una moto completamente diversa ma sono molto contento di poter guidare una delle migliori moto della MotoGP nel mondo. Non so cosa aspettarmi, tutte le parti della moto sono un po’ diverse; dai freni in carbonio alle gomme. Onestamente non so, ma sarà sicuramente fantastico guidarla”.

Sarai felice di correre al MotorLand Aragon, una pista a te famigliare.

“Sì, quando ho visto il calendario sono stato contento di vedere che avrei guidato su una pista che conosco già. Inoltre questo tracciato mi piace molto, quindi questo è favorevole e mi aiuterà molto alla guida della nuova moto”.

Il tuo compagno di squadra Alex Lowes ha guidato la M1 in passato, ti darà qualche suggerimento su come guidarla?

“È divertente pensarci adesso perché durante la stagione del WorldSBK con Alex abbiamo parlato di quello che lui aveva fatto alla guida della M1. Mi ha detto che è una moto fantastica e ha detto che mi piacerà. È così diversa, divertente e piacevole, quindi ne abbiamo già parlato, ma è stato prima che io avessi questa opportunità. Credo che sarò come un bambino quando arriva il giorno di Natale”.

Hai avuto un’estate impegnativa con la 8 Ore di Suzuka e il WorldSBK, ora anche questa nuova esperienza.

“È già stato un anno impegnativo e sto guidando molte moto diverse in questa stagione, ma mi diverto molto a guidare. Quando hai un’opportunità come questa, non è importante quanto sia impegnativo, non mi tirerò mai indietro. Sono molto grato a Yamaha, che mi ha permesso di guidare così tante moto diverse e così piacevoli”.

Non vedi l’ora di dividere il box con Vinales?

“Sarò talmente impegnato ad abituarmi alla moto che non avrò davvero il tempo di conoscere il mio compagno di squadra, ma spero che Vinales mi dia qualche suggerimento. Passerò il fine settimana a capire la moto e a conoscere il team, quindi non penso che lo vedrò molto, ma spero che mi possa dare qualche buon consiglio”.

Dev’essere difficile sostituire un pilota così conosciuto come Valentino?

“Nessuno può realmente sostituire Valentino e non è quello che vuoi che succeda. È uno dei migliori piloti del mondo ed è un peccato che non sia in griglia, ma io ho questa grandiosa opportunità di guidare la sua moto e correre al suo posto”.

Qual è il tuo obiettivo realistico del fine settimana?

“A essere onesto non ne ho idea, anche perché non ho fatto alcun test con la moto. Il team ha detto che non ho alcuna pressione, dato che sanno che non l’ho mai provata prima. Farò quello che sarà possibile. Spero di imparare molto e spero di poter dare buoni feedback sulla moto, che potrebbero poi usare nel corso della stagione. Questo è il principale obiettivo”.

Consigliati