Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
23 giorni fa
By motogp.com

Viñales meglio di tutti, primo nei test a Sepang

Il pilota Movistar Yamaha domina la seconda giornata in Malesia e sale al comando della combinata. Rossi subito dietro. Lorenzo quarto

La seconda giornata di test all’International Circuit di Sepang si chiude con il primato di Maverick Viñales. Il pilota Movistar Yamaha MotoGP diventa il migliore della classifica generale scalzando Dani Pedrosa (Repsol Honda), ieri il più veloce e ora terzo. Ancora delle ottime prove per il compagno di box del talentuoso di Figueres: Valentino Rossi chiude al secondo posto a 0,035s. Ducati resta nella top 5 con Jorge Lorenzo (Ducati Team).

Support for this video player will be discontinued soon.

Highlights: Viñales domina a Sepang

Il caldo caratterizza l’apertura giornata e lo splendere del sole migliorerà poi le condizioni dell’asfalto, molto umido in alcune parti di tracciato. È il giorno dell'aerodinamica, i piloti Yamaha hanno migliorato i tempi con la novità portata in pista dai tester ieri e quasi tutte le scuderie lavoreranno sul ali e alettoni.

Support for this video player will be discontinued soon.

#SepangTest - Lunedì. Il pomeriggio

Rossi è il primo a scendere sotto i 2:00s. Ancora positivo il secondo giorno del Dottore che, nella prima parte di giornata, ha anche vestito un casco con il disegno sole-luna che celebra il suo debutto nella piccola cilindrata, anno 1996. Sempre nelle prime posizioni e con un passo costantemente competitivo, a meno tredici dalla fine il pilota di Tavullia mette a referto il miglior tempo ed è il primo a battere il crono di Pedrosa, riferimento della combinata. Rossi, chiude come secondo, ma è ancora una giornata di soddisfazioni per il nove volte campione.

Anche per Viñales un lunedì positivo, che inizia con un lavoro sul passo nelle ore più calde completando anche una distanza di gara. Come Rossi, il numero 25 prova una nuova carenatura con appendici aerodinamiche riscontrando sensazioni positive dal punto di vista della stabilità. Deciso nel tornare il migliore, qualche giro dopo il passaggio da primato di Rossi, il catalano segna il tempo più basso. Per Viñales anche il record di tornate della giornata: 66.

La scuderia Repsol Honda prova una nuova carenatura e il lavoro del box HRC ormai è solo sulla moto 2018. Dopo il primato di Pedrosa nella giornata di apertura anche Marc Marquez entra tra i più veloci nella prima parte di prove. Per lui e per il veterano numero 26, ancora un programma che ha come base la regolazione della potenza e un impegno parallelo su motore ed elettronica. Allo scadere, il campione del mondo prova ad insidiare il primato dei piloti Yamaha ma al giro lanciato cade alla curva 2 mentre Pedrosa è l’unico tra i top rider a non migliorare il proprio passaggio di ieri. Lavoro simile del box LCR Honda, Takaaki Nakagami ieri è stato il rookie più veloce mentre Cal Crutchlow (settimo tempo) prova una nuova carenatura simile a quella portata in pista dai piloti Repsol. Il britannico comanda la classifica fino a chiudere come terzo a 0,08s.  

Support for this video player will be discontinued soon.

Honda prova una nuova carenatura

Nella domenica a Sepang a fare benissimo sono state le Ducati. Tre GP18 hanno occupato le prime cinque posizione della classifica tempi, con quella di Jack Miller (Alma Pramac Racing) a chiudere la top 5. Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (Ducati Team) hanno dimostrato una grande competitività anche nel secondo giorno. La nuova desmodromica è una moto migliorata nei punti ‘deboli’ del passato come ad esempio l’ingresso in curva. Il team più che satellite, invece, ha anche provato una nuova carenatura provvista di ‘ali’, molto simile a quella che costantemente usa il maiorchino che è il miglior ducatista di fine giornata: quarto a 0,143s dal primo; poi Miller, sorpresa di queste prove, quinto.

“La moto nuova mi piace molto, è istintiva e posso spingere di più in molte parti del circuito. L’erogazione è molto fluida e questo mi permette di seguire il mio istinto”. Sono state le parole di Danilo Petrucci alla fine del primo giorno, anche lui promuove la nuova Ducati. Dopo una mattinata sulla ‘vecchia’ DesmosediciGP (andata poi al compagno di squadra), il ternano torna sul nuovo prototipo ed entra nelle prime dieci posizioni. Dovizioso sarà invece ottavo.

Support for this video player will be discontinued soon.

#SepangTest - Lunedì. La mattinata

I due piloti del Team Suzuki Ecstar, Alex Rins e Andre Iannone hanno continuato il programma sulla GSX – RR affiancati del collaudatore Sylvain Guintoli. Per loro anche la prova della carena aerodinamica. L’abruzzese è stato costretto a fermarsi anche a causa di un problema tecnico con la moto che ha anche preso fuoco. Sarà decimo finale.  

“Siamo ancora abbastanza distanti e dobbiamo riprendere il ritmo, ma ho visto dei progressi e continueremo sulla nostra strada con grande impegno”, ha commentato Franco Morbidelli alla fine della prima giornata di test. Anche nel lunedì malese, rookie Estrella Galicia 0,0 Marc VDS ha lavorato alla ricerca delle migliori sensazioni sulla nuova moto, provando ad aumentare la velocità in ingresso curva. Per lui due cadute ma non preoccupanti ma strappa il primato tra i rookie a Nakagami.  

Gli uomini del team Aprilia Gresini proseguono nel programma di lavoro con Aleix Espargaro in sella alla nuova RS – GP e il neo arrivato Scott Redding gira invece sulla moto della scorsa stagione. L’obbiettivo per il britannico è prendere confidenza con il prototipo di Noale.

Fa bene Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3) che a meno 45 minuti dalla bandiera a scacchi sale al comando della tabella tempi. L’ex rookie ha lavorato a fondo sulla M1 2017 e, anche nella giornata di apertura, si è detto soddisfatto del prototipo. Chiuderà come settimo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Secondo giorno di test in Malesia, le reazioni

Nessuna grande novità in termini di prototipo per la scuderia Red Bull KTM Factory Racing. La moto, oggetto di una grandissima evoluzione nel 2017 (anno del debutto in MotoGP™), è interessata solo da alcune modifiche e fino ad ora i due piloti Pol Espargaro e Bradley Smith congiuntamente al collaudatore Mika Kallio hanno lavorato su assetti ed elettronica. Nel pomeriggio proveranno anche una nuova carenatura. Una caduta del catalano alla curva 4 impone anche la sospensione delle prove quando alla fine mancano due ore e mezza. Una brutta botta alle gambe costringerà Espargaro a chiudere anzitempo la seconda giornata di test per poi essere trasportato all'ospedale di Kuala Lupur e sottoposto ad ulteriori viste.

Domani, martedì 30 gennaio, la giornata conclusiva. L'azione in pista inizierà alle 10:00 locali, le 3:00 in Italia.