Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
12 giorni fa
By Monster Yamaha Tech 3

Syahrin con Monster Yamaha in Tailandia

Il pilota malese è il secondo sostituto temporaneo di Folger, dopo Buriram il nome del rimpiazzo definitivo

Hafizh Syahrin prenderà parte ai test ufficiali MotoGP™ in Tailandia (16 – 18 febbraio) con i colori del team Monster Yamaha Tech3. Per il ventitreenne malese, oggi nella classe mediana e autore di due podi la passata stagione, la grande opportunità di fare il primo passo nella massima cilindrata sulla moto di Jonas Folger. La M1 del team francese, dopo la sostituzione dell’ex rookie con Yonny Hernandez a Sepang, sarà portata in pista nei secondi test ufficiali del 2018 dal Syahrin ma, come specificato dalla scuderia, il corridore Moto2™ non è per ora il rimpiazzo definitivo: la decisione sarà presa dopo le prove a Buriram.

“Prima di tutto voglio ringraziale Herve Poncharal per avermi dato questa opportunità”, afferma Syahrin. “Darò il massimo in questa tre giorni di test che per me rappresentano un sogno che si avvera. So che avrò da imparare molto ma non vedo l’ora di vivere questa esperienza in un box della massima classe. Questo inverno mi sono allenato molto, spero di fare un grande lavoro iniziando con il piede giusto”.

Poncharal prosegue, “Sono felice ed onorato di avere Hafizh Syahrin con noi per questi test. Come tutti sanno Jonas Folger ha deciso di non correre per il 2018 e stiamo cercando un sostituto. A Sepang abbiamo incontrato Hafizh e deciso di dargli questa occasione. Sono solo tre giorni di prove ma sono sicuro che sarà in grado di mettere in mostra il suo potenziale. È giovane, ha solo 23 anni e ha collezionato già importanti piazzamenti in Moto2™, una classe non facile. Nel 2017 ha chiuso nei primi dieci della classifica generale. Dopo questi test prenderemo la decisione definitiva su chi far gareggiare in questa stagione”, termina il proprietario del team satellite Yamaha. “Voglio ringraziare Razlan Razali del Sepang International Circuit, il manager di Syahrin per la collaborazione”.