Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By Del Conca Gresini Moto3

Team Del Conca, dal massimo del Diggia al minimo di Martin

Argentina: errore con le gomme di Martin. Gresini: "Una scelta che non si ripeterà". Festa per l'italiano a podio

“Sono contento del podio di Fabio Di Giannantonio, anche se un contatto con Masia gli ha fatto perdere la possibilità di chiudere come secondo”, sono le parole di Fausto Gresini, team manager della scuderia Del Conca, al termine della gara di Termas de Rio Hondo dove il suo numero 21 ha trovato un grande terzo posto, il nono nella classe.

Support for this video player will be discontinued soon.

Gomme sbagliate! Ma è troppo tardi …

Parole meno dolci per l’altro pilota, Jorge Martin, che fino alla gara argentina era primo in campionato e a causa della scelta errata di gomme (da bagnato su una pista che si stava asciugando) ha dovuto effettuare il cambio di moto a corsa iniziata chiudendo come undicesimo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Un uomo in fuga e dietro la lotta, è la Moto3™ in Argentina

“Sono un po’ arrabbiato con Martin, gli ho detto di cambiare le gomme in griglia e mettere le slick. Lui non era convinto e avrebbe potuto correre con le gomme da bagnato come ha fatto il resto del gruppo visto che si gioca il campionato. Mi ha sorpreso il suo rientro nella pit-lane ed è una scelta che non si ripeterà”. Fausto Gresini è amareggiato e conclude: “Non permetterò più alla squadra di prendere questo tipo di decisioni senza condividerle con me”.

Il pensiero dei protagonisti, partendo dalla delusione del madrileno che resta comunque secondo in campionato a meno dieci punti dal primo: “È stata una giornata complicata. Abbiamo scelto di cambiare le gomme nel pit lane e abbiamo perso molto tempo, ma eravamo molto competitivi e sono riuscito a recuperare tantissime posizioni. Se avessimo scelto le slick in griglia avrei vinto con distacco probabilmente. Ma cose che succedono, ad Austin non sbaglieremo”.

Support for this video player will be discontinued soon.

Diggia: "Bene così un posso alla volta"

Fa festa il romano, “Sono contento a metà perché forse potevamo qualcosina in più. L’obiettivo era spingere fin da subito visto che partivamo con le ‘rain’ come Bezzecchi, ma siamo rimasti un filo bloccati dietro. Ho giocato le mie carte, ma nel mio gruppo erano un po’ matti ed è andata un po’ così, il tocco di Masia era scontato… Nell’ultimo giro ho dato tutto per prendere Canet, ma purtroppo non ci sono riuscito”. Di Giannantonio, quarto in classifica iridata, termina: “Va bene così, passo dopo passo arriveremo”.

Consigliati