Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
7 giorni fa
By motogp.com

Tutti i protagonisti sono pronti per Misano

L’appuntamento con i media apre il GP adriatico. Marquez può tentare la fuga? Infiammerà la lotta tra ducatisti o sarà la domenica di Rossi?

La conferenza stampa di Misano anticipa quello che è uno degli appuntamenti più importanti della stagione. I principali protagonisti della classe regina rispondono alle domande di giornalisti partendo dal GP passato, quello inglese, la cui gara è stata cancellata a causa della pioggia.

Una corsa in meno dopo Silverstone? Marc Marquez (Repsol Honda) commenta: “Siamo stati delusi di non aver corso ma le condizioni di sicurezza non c’erano. Adesso siamo a Misano, dobbiamo aver pazienza e lavorare sodo in vista di domenica”.

“Mi sento molto bene e mi aspetto di essere veloce qui a Misano”, Dice Andrea Dovizioso (Ducati Team), eccetto il podio del 2017 la pista adriatica, casalinga per il forlivese, non ha grandi ricordi. “Pensiamo comunque di essere molto competitivi qui. Il nostro obiettivo è migliorare. Ci siamo confermati in tante piste, ma alla fine bisogna fare risultato. Io mi sono sempre sentito bene in pista”

Continua Jorge Lorenzo ora terzo davanti al forlivese, in grande recupero in campionato e che esordisce parlando anche lui di Silverstone. “Abbiamo una gara in meno per recuperare, ma in questo momento non dobbiamo pensare a vincere il titolo ma a migliorare gara dopo gara. Misano è una delle mie piste preferite. Arrivo in una buona condizione fisica e abbiamo una buona esperienza con questa moto, pensiamo di essere molto competitivi su questa pista”.

Marquez, spettatore pronto a giovare dello scontro tra colleghi e rivali, dice: “La battaglia tra Lorenzo e Dovizioso credo sia dovuta principalmente al fatto che sono entrambi molto forti e la moto va bene, vogliono vincere entrambi, cercheremo di attaccare nei punti in cui pensiamo di essere più forti”.

Alla conferenza stampa anche Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP): “Sono molto contento di tornare a Misano, per me è la gara più importante della stagione insieme al Mugello ma questa gara è ancora più speciale perché si corre vicino casa. I test in Aragona sono stati molto importanti, ma per capire il nostro livello dobbiamo vedere come andremo in un vero GP”.

Nella conferenza stampa si è tornati sulla relazione Rossi e Marquez, con il tentativo del pilota Honda (ad una domanda di un giornalista) di dare la mano al rivale. Mano rifiutata.

Support for this video player will be discontinued soon.

Una conferenza stampa di attrito quella di Marquez e Rossi

Termina Andrea Iannone (Team Suzuki Ecstar): “Questa è una gara speciale e una grande motivazione per me e per il team, dato che molti dei ragazzi del team sono italiani, è un weekend davvero importante per noi. Credo che ogni volta che finisce un rapporto con un team si viva un momento negativo, non è una situazione ideale o semplice, ma cercheremo di fare del nostro meglio per cercare di concludere questo campionato nel modo migliore possibile”.

Tra i piloti della classe regina anche Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46), che nel 2019 sarà nella massima serie: “A Silverstone ero molto forte, partivo dalla pole, con le condizioni di bagnato sarebbe stato difficile per i miei avversari recuperare il distacco, ma la sicurezza viene prima di tutto. Abbiamo avuto parecchio tempo per allenarci, questa può essere una settimana positiva per noi. I progressi di Marini? In questa parte della stagione io e Luca abbiamo imparato molto, se dovesse continuare a crescere così, l'anno prossimo potrà lottare per il titolo in Moto2”

Support for this video player will be discontinued soon.

La conferenza stampa a Misano

Tra poche ore inizia il Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini! Segui l’azione in pista, LIVE e OnDemand con il VideoPass.
Non puoi vedere la gara? Attiva la modalità No Spoiler e segui la bagarre in pista senza anticipazioni.
Ti senti uno specialista del campionato? Gioca alla MotoGP™ League e indovina il vincitore.

Consigliati