Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
24 giorni fa
By worldsbk.com

Il WorldSBK a Magny-Cours per scrivere la storia

In Francia si riaccende la battaglia delle derivate di serie e si potrebbe già assegnare il titolo iridato

Tags 2018

Per il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike è tempo di volare verso l’ultimo Round europeo della stagione e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è pronto a conquistare il suo quarto titolo consecutivo. I 4,4 chilometri del Circuit de Nevers Magny-Cours raccontano già molta storia per il britannico, che potrebbe continuare a scriverne. Ma è anche un tracciato che si adatta bene ad alcuni rivali; per lui non sarà facile. Sarà un appuntamento da non perdere.

Rea, che rincorre il titolo il prossimo fine settimana, potrebbe diventare il campione del mondo 2018 già sabato se si verificassero alcune circostanze: una dovrebbe vederlo vincere con Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) terzo. Il nordirlandese buoni numeri in Francia, è salito sette volte sul podio, di cui tre sul gradino più alto. In sella alla ZX-10RR, Rea è apparso a suo agio, quindi sarà difficile fermarlo. Nel 2017 ha vinto Gara 1 ed è rimasto fuori dal podio in Gara 2, cosa succederà quest’anno?

L’uomo che potrebbe fermare Rea è Chaz Davies, che sta ancora recuperando dall’infortunio alla clavicola procurato durante la pausa estiva. Lo scorso fine settimana in Portogallo è stato autore di una prestazione strabiliante, ha conquistato due quarti posti e per lui la battaglia sarà dura in Francia. Ma con un po’ più di riposo, non sarebbe una sorpresa vederlo lottare fino alla fine al prossimo appuntamento. Il 31enne vanta tre vittorie nelle ultime quattro gare disputate a Magny-Cours, perciò vorrà fermare la rincorsa al titolo di Rea.

Matematicamente ancora in lotta per il mondiale, Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) è un altro pilota che potrebbe fermare Rea. Il giovane olandese ha disputato fino ad ora un’ottima stagione al suo secondo anno con Yamaha e si dirige verso un circuito di cui ha bei ricordi. Ma l’unico vero obiettivo di van der Mark è di conquistare la seconda posizione in classifica. In Portogallo ha recuperato 10 punti a Davies ed ora è a 20 punti dal secondo posto. Con costanza negli ultimi tre Round, potrebbe raggiungere il suo obiettivo.

È il fine settimana di casa per Loris Baz (GULF Althea BMW Racing Team), che torna a Magny-Cours per la prima volta dal 2014. Qui ha già corso in passato nel WorldSBK ed il suo miglior risultato è un quinto posto che spera di replicare anche quest’anno. Il ritorno nel WorldSBK è stato impegnativo e ha gradualmente fatto passi in avanti con la BMW, ma il sostegno del suo pubblico sarà un’ulteriore motivazione, quindi sarà da tenere d’occhio.

Per il Red Bull Honda World Superbike Team il fine settimana portoghese è stato impegnativo, ma Jake Gagne è soddisfatto della prestazione sul tracciato dove la squadra ha fatto quattro giorni di test. Questo fine settimana torna a Magny-Cours, dove ha disputato la sua seconda gara nel WorldSBK, quindi sarà interessante vedere come andrà. La conoscenza del tracciato lo aiuterà a migliorare il passo con la CBR1000RR Fireblade SP2. La 12esima posizione dello scorso anno ed i due 13esimi posti in Portogallo lo mettono in una buona condizione in vista del fine settimana.

Il detentore della pole in Portogallo, Eugene Laverty (Milawukee Aprilia) è stato sfortunato sul tracciato a lui familiare: partito dalla prima casella, è stato costretto al ritiro in Gara 1 e ha avuto problemi con le gomme in Gara 2. L’irlandese però si lascia alle spalle Portimao e vola verso la Francia con la speranza di ottenere bei risultati in questo ultimo appuntamento europeo della stagione. Laverty vanta dieci partenze a Magny-Cours, di cui tre podi ed il sesto posto dello scorso anno. Sarà un altro fine settimana impegnativo per il pilota Aprilia, che cerca le buone sensazioni sul posteriore che aveva trovato in America.

Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) è stato molto impegnato in queste settimane: ha sostituito Tito Rabat in MotoGP™, questo vuol dire che dal Portogallo è andato direttamente ad Aragon per poi volare verso la Francia. Per Torres lo scorso Round è stato positivo, nei test aveva fatto dei passi avanti e lo ha dimostrato in gara. In difficoltà a raggiungere l’ottava posizione in Francia in passato, quest’anno corre per un team che è andato bene e che l’anno scorso ha conquistato il sesto posto. Quindi lo spagnolo spingerà per replicare il buon risultato.

Non perdere il Round francese Acerbis che potrebbe fare la storia, dal 28 al 30 ottobre. Le FP1 iniziano alle 9.45 (ora locale), mentre alle 10.30 di sabato partirà la Superpole. Tutta l’attenzione è concentrata su Gara 1, che scatterà sabato alle 13.00, mentre ci sarà una variazione d’orario per Gara 2 di domenica: il semaforo si spegnerà alle 15.15. Si potrà seguire tutto con il WorldSBK VideoPass.

Consigliati