Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
20 giorni fa
By Aprilia Racing Team Gresini

Aprilia già nel 2019, ma oggi con risultati

A Phillip Island Espargaro lavora su due moto diverse e trova una convincente top 10

L’Aprilia Racing Team Gresini è una delle scuderie che più sta lavorando per la prossima stagione. Il 2019 inizierà già a Valencia tra meno di un mese ma il box di Noale da tempo sta dando forma a quello che sarà un anno, il prossimo, ricco di novità. Arriva Andrea Iannone, a podio nel recente GP a Phillip Island, e resta Aleix Espargaro che proprio sulla pista di Victoria ha trovato un’ottima top 10 e ha continuato lo sviluppo della RS-GP.

Support for this video player will be discontinued soon.

Albesiano: “Stiamo lavorando su concetti innovativi”

Trovato il giusto assetto per la gara, il catalano ha colto un bel nono posto. I nuovi materiali portati a Phillip Island, anche in vista della evoluzione per il 2019, hanno avuto bisogno di molte prove per trovare la giusta messa a punto ma già il Warm Up, dove Aleix è stato tra i più veloci con gomme usate, ha fatto ben sperare per la gara.

Support for this video player will be discontinued soon.

“Ho visto la M1 volare”

La posizione di partenza, diciannovesimo casella, ha molto penalizzato Espargaró che ha corso tutta la gara in rimonta girando con tempi molto interessanti e risalendo fino all'ottavo posto, perduto nell'ultimo giro. Il pilota spagnolo ha dovuto anche fare i conti con il dolore alla mano sinistra, colpita nel corso del sesto giro da un detrito in seguito all'incidente fra Marquez e Zarco.

“In rettilineo ero nella scia di molti piloti e a un certo punto un pezzo della moto di Marc mi ha colpito la mano sinistra”. Commenta Espargaro. “Ho iniziato a sentire dolore, fortunatamente in MotoGP usiamo la frizione solo in partenza quindi sono riuscito a finire la gara. Valuteremo la situazione in vista della Malesia. Dopo un weekend non facile, nel warmup abbiamo fatto un grosso passo avanti e in gara sono riuscito a guidare in maniera molto incisiva. Lo dimostra il fatto che abbiamo girato più veloci della qualifica, purtroppo negli ultimi giri la gomma morbida posteriore ha iniziato a soffrire e non sono riuscito a mantenere l'ottavo posto”. Termina. “In ogni caso il risultato è buono, considerando il grande lavoro svolto durante questo fine settimana con due moto diverse”.

Il prossimo GP tra pochi giorni: dal 2 di novembre si correrà a Sepang. Sarà l’ultimo appuntamento del triplete d’Asia. Segui il Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix e vivilo con il VideoPass!

Consigliati