Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
28 giorni fa
By motogp.com

Marquez contro tutti? Il 2019 arriva a Jerez

Dal 28 al 29 novembre andrà in scena il secondo appuntamento del precampionato. Con spunti imperdibili

Chiusa la prima tappa del precampionato 2019 e archiviate le prove a Valencia, il MotoGP™ è adesso pronto per i secondi test del precampionato che si svolgeranno a Jerez de la Frontera. Saranno le ultime prove prima del mese dove non si potrà testare nulle e, soprattutto, prima dell’anno prossimo al via a Sepang.

Dal 28 al 29 novembre il circuito Jerez-Angel Nieto aprirà le porte a piloti e team della massima serie pronti a pianificare il prossimo campionato e a prendere scelte fondamentali per il futuro.

È il caso della scuderia Movistar Yamaha MotoGP™ che in Andalusia dovrà scegliere quale dei due motori provati a Valencia sara3 quello che accompagnerà il suo riscatto iridato. Al Ricardo Tormo ha brillato il talento di Maverick Viñales, il più veloce, ma anche Valentino Rossi ha dimostrato competitività. Yamaha è finalmente tornata al ruolo di protagonista?

Support for this video player will be discontinued soon.

Yamaha, il difficile è alle spalle?

Gli uomini di Iwata potrebbero infatti essere tra gli avversari più accreditati nel contendere a Marc Marquez l’ennesima conferma iridata. Il campione del mondo del team Repsol Honda è sembrato però non accusare sazietà di successo e gli uomini HRC hanno da subito a gettare le basi per un 2019 da vincenti. A Jerez, Marquez continuerà il lavoro sulla nuova RC213V. Il vecchio è alle spalle, il domani potrebbe essere ancora da dominatore e l’unica incertezza è data dalla condizione fisica. La spalla sinistra è malconcia e dopo le prove a sud della Spagna, il numero 93 dovrà essere sottoposto ad intervento chirurgico, potrebbe inficiare la sua corsa

Support for this video player will be discontinued soon.

Marquez: “Ci siamo concentrati di più sul motore”

A Valencia c’è stato l’esordio più atteso del 2019. Jorge Lorenzo ha provato per la prima volta Honda del team Repsol raccogliendo la sfida HRC. Nulla trapela dal box alato, tanto meno dallo stesso maiorchino che ha iniziato la sua nuova avventura con un atteggiamento prudente studiando a fondo il mezzo. Quanto potrà iniziare a spingere nella prossima entrata in pista presi in considerazione anche i postumi dell’infortunio di fine campionato?

Il 2018 si è concluso nel segno di Franco Morbidelli come miglior debuttante. Il 2019 si apre nel segno dello stesso come grande sorpresa dei test precampionato. È stato un vero e proprio colpo di fulmine con la M1 del team Petronas Yamaha SRT e pilota VR46 Academy ha dimostrato velocità e un grande adattamento al quattro cilindri in linea del prototipo di Iwata. Si dice che siano le prime impressioni quelle che contano, Morbidelli potrà essere un pilota da top 5 l’anno prossimo. A Jerez una conferma.

Support for this video player will be discontinued soon.

I nuovi incontri e i debuttanti commentano

Da un ex rookie a quelli attuali. Quattro volti nuovi sono approdati alla classe regina e tra di loro, alcuni si sono comportati molto poco ‘da esordienti’: Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), messo da parte l’entusiasmo dei primi giri di classe regina, ha iniziato a fare subito sul serio. Ha dimostrato tutto il suo talento guidando pulito e aggressivo allo stesso tempo, mostrando a tutti quanto sia già grande la confidenza con la GSX – RR. I desideri di Francesco Bagnaia oggi sono realtà e la DesmosediciGP è tutta sua. Il risultato è che il primo contatto (ufficiale) desmodromico è andato al di sopra delle aspettative e Pecco ha segnato tempi interessanti sulla moto italiana. Il lavoro è ancora tanto, siamo all’inizio, ma il debutto del campione del mondo Moto2™ in rosso e bianco Ducati è stata una delle cosa più interessanti a Cheste. A Jerez si ripete.

KTM raddoppia in MotoGP™ e ha un ‘camion carico di novità’. Johann Zarco (Red Bull KTM Factory Racing) ha fatto i primi giri in sella alla RC16. Buone sensazioni ma il transalpino non si nasconde e a Jerez dovrà continuare il lavoro di adattamento al V4 di Mattighofen.

L’azione in pista inizierà dalle 9:30 alle 17:30. Al termine delle due giornate, motogp.com analizzerà quanto successo con lo speciale After The Flag, LIVE dalle 16:30 alle 18:00.
La classe regina è pronta al secondo appuntamento con il futuro, il 28 e 29 novembre non perdere i test a Jerez. Resta su motogp.com e vivi la tua passione LIVE e OnDemand. Abbonati al VideoPass!

Consigliati