Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
18 giorni fa
By motogp.com

Vento e freddo frenano i test Moto2™ a Jerez

Marini brilla nella combinata, Bulega il miglior rookie e l’ultimo giorno va a Steven Odendaal

Steven Odendaal è stato il più veloce della domenica di test a Jerez, l’ultimo giorno delle prime prove della nuova era Moto2™ nel segno dei motori Triumph. 1:46.704s il crono del primatista e portacolori NTS RW Racing GP. Al secondo posto si posiziona Dominique Aegerter che mette nella top 3 la MV Agusta del team Forward Racing pagando un ritardo di 0,18s da Odendaal. Terzo tempo (+0,8s) per Xavi Cardelús (Angel Nieto Team).

Le condizioni meteo poco favorevoli, il vento, la pioggia e il freddo hanno fatto si che la classifica combinata rispecchiasse quella dei giorni precedenti. Luca Marini (Sky Racing Team VR46) è stato il migliore di questi primi test del 2019, seguito dai competitivi Alex Lowes (Federal Oil Gresini) e Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS).

La spinta nella nuova era della Moto2™

I tempi messi a referto su pista asciutta parlano di un miglioramento di prestazioni generali rispetto all’anteriore propulsore Honda 600cc. il tre cilindri 765cc britannico unito alla centralina Magneti Marelli hanno brillantemente superato l’esame lasciando pensare ad una prossima stagione di grandi battaglie.

Ecco chi doma la novità Triumph

Marini, Lowes e Marquez si presentano ai nastri di partenza del 2019 come già i tre candidati principali al titolo. Ma da tenere d’occhio ci saranno anche altri piloti e perché no, magari uno dei rookie che in questo fine settimana andaluso hanno mosso i primi passi nella categoria. Il più veloce di questi è stato Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) che nella tre giorni ha messo costantemente nel mirino la top 10 arrivando a soli 0,7s dal primo crono in classifica combinata.

Esordio amaro invece per il debuttante campione del mondo Moto3™, Jorge Martin. Il portacolori Red Bull KTM Ajo è stato costretto a saltare le giornate di sabato e domenica a causa di una caduta rimediata nei primi passaggi della nuova categoria. Lo spagnolo ha rimediato la rottura della spalla e del piede e, nella giornata odierna è stato operato con esito favorevole.

Prossimo appuntamento per la categoria mediana i test del 20 febbraio 2019 sempre sulla pista andalusa.