Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
19 giorni fa
By motogp.com

Iannone: “Abbiamo lavorato bene”

Il pilota Aprilia si prepara alla seconda gara in sella alla RS-GP. Espargaro: “Non vedo l’ora di tornare in pista”

Prima di sbarcare in Europa, il MotoGP™ si concede la consueta divagazione oltre Atlantico per le due gare sul continente americano. La prima tappa sarà sul circuito argentino di Termas de Rio Hondo, costruito nel 2007 ed entrato in calendario nella stagione 2014. Si tratta di una pista piuttosto veloce (oltre 170 km/h di media) con molte insidie, specialmente per quanto riguarda le condizioni di grip.

L'Aprilia Racing Team Gresini arriva alla gara argentina dopo un solido debutto in Qatar. Nella prima gara Espargaro ha portato la nuova RS-GP in top-10, finendo vicino ai primi e – soprattutto - raccogliendo buone sensazioni durante tutto il weekend. Sulla pista nel deserto il percorso di crescita è stato costante, sessione dopo sessione, sia per Espargaró sia per Iannone. Anche Iannone, al suo primo long run sulla RS-GP, ha infatti concluso a punti, era il suo debutto sulla V4 Aprilia e aver contenuto il distacco dal gruppo dei migliori testimonia dei suoi progressi. Per entrambi l'obiettivo è ora continuare a crescere insieme alla nuova moto e mantenere nel mirino la zona punti.

Support for this video player will be discontinued soon.

Dai test di Valencia al Qatar, pescando nella gloria passata

“Quello argentino è un tracciato che mi piace e dove sono sempre stato piuttosto competitivo”. Aleix Espargaro dice. “Non vedo l'ora di tornare in pista, la cosa importante per noi è continuare ad entrare in top-10 nelle prossime due gare per poi arrivare a Jerez con un buon bottino di punti e confidenza. La RS-GP 2019 è molto veloce in quinta e sesta, spero di poter sfruttare questo miglioramento sul lungo rettilineo di Termas”.

Prosegue Iannone: “Nel nostro primo weekend abbiamo lavorato bene, mostrando di essere sulla strada giusta. Se guardo agli anni precedenti, Aleix è stato veloce con la Aprilia sulla pista di Rio Hondo e mi auguro lo potremo essere anche quest'anno. La nostra priorità non è comunque il risultato in senso stretto, ma un continuo miglioramento della RS-GP che ci avvicini ai migliori del campionato”. Termina il numero 29.

Vivi il prossimo GP in Argentina su motogp.com con notizie ed approfondimenti. Abbonati al VideoPass, scendi in pista con la tua passione!

Consigliati