Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Primato Yamaha, primato satellite

Quartararo continua a stupire, sale sul podio al Red Bull Ring e domina tra i piloti non ufficiali

“Sinceramente, non me lo aspettavo”. Fabio Quartararo commenta la sua gara austriaca chiusa al terzo posto e iniziata dalla prima fila. Per il giovanissimo pilota Petronas Yamaha SRT l’assoluto protagonismo e una prova che, se non fosse stata per il deficit di motore pagato sul veloce Red Bull Ring, forse la fine sarebbe stata diversa.

Quartararo: “Questa gara mi ha dato esperienza”

Quartararo deve colmare in staccata la minor potenza del suo prototipo e dà spettacolo nella lotta con Marc Marquez (Repsol Honda), per poi doversi arrendere alla progressione della RC213V numero 93 e della Ducati di Dovizioso. Poco importa, è il terzo podio stagionale e l’ennesima conferma che il futuro potrà essere tutto suo già a partire da Silverstone. “Ho fatto una bella partenza”, prosegue il pilota di origini italiane. “E quando ero primo credevo di farcela. La scelta della gomma morbida posteriore è stata quella giusta. (Particolare sul quale anche Valentino Rossi ha detto la sua). Ma non è stato facile gestirlo e non finire con la gomma caldissima. Avevo Rossi proprio dietro ma ho spinto al massimo e abbiamo raccolto sufficiente vantaggio per chiudere sul podio”, termina Quartararo, pronto a riprovarci a Silverstone e che adesso guida la classifica dedica ai piloti non ufficiali. “È stata una gara incredibile e la scuderia ha lavorato benissimo”.

Prossimi appuntamenti, i test di Finlandia sul nuovo Kymi Ring (19 e 20 di agosto) e il GoPro British Grand Prix, dal 23 agosto. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!