Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

L’epilogo peggiore

Marini, lanciato verso il podio, cade e abbatte Bastianini in forma da vittoria. Dopo Spielberg, entrambi pronti a riprovarci a Silverstone

Dopo il bellissimo podio della scorsa settimana a Brno, oggi al Red Bull Ring di Zeltweg, in Austria, Italtrans Racing Team ed Enea Bastianini stavano rivivendo un’altra gara di emozioni, suspance e trionfo.

Un sogno che purtroppo si è interrotto a soli cinque giri dalla fine, quando il Bestia si è incolpevolmente trovato coinvolto nella caduta di Luca Marini (Sky Racing Team VR46), finendo così a terra e mettendo un punto a quella che era una prova capolavoro. Scattato dalla seconda fila in griglia con la quarta posizione conquistata nelle qualifiche di ieri, Enea stava dimostrando ancora una volta di essere non solo il miglior rookie, ma anche il miglior italiano. Dopo la bagarre iniziare si è portato terzo e poi secondo grazie all’out di Gardner e l’ottimo passo lo proiettava virtualmente sul secondo gradino del podio. Una gara che lascia l’amaro in bocca, ma che conferma il livello e le qualità di un pilota che al suo primo anno in Moto2 sta dimostrando di essere un grande campione.

Support for this video player will be discontinued soon.

Marini - Bastianini, disastro!

“Sono amareggiato perché stavo correndo una bellissima gara e improvvisamente mi sono trovato a terra”. Afferma il rookie, in grande crescita negli ultimi appuntamenti. “Sono stato portato subito al centro medico ma per fortuna non ci sono state complicazioni. È un vero peccato perché dopo Brno anche oggi potevo portare a casa un risultato importante, purtroppo anche queste sono le gare. Fino alla caduta ho dimostrato di poter essere un pilota da podio, costante e veloce per tutta la gara, e questo è un messaggio importante. Grazie a tutta la squadra per l’ottimo lavoro: continueremo così anche in Inghilterra”.

La parola al pilota VR46 Academy, amareggiato per aver rovinato la sua gara e quella dell’avversario: “Una gara molto difficile”, commenta Marini. “Avevo un ottimo ritmo, ero veloce e sentivo meglio rispetto le libere. Eravamo in gruppo e sapevo che avrei potuto lottare per la vittoria. Mi dispiace davvero tanto per Enea (Bastianini), so che è stato un incidente di gara, ma chiudere così un GP è davvero brutto”, parla dell’incidente. “Sono entrato molto veloce alla curva 8, io ed Enea abbiamo frenato insieme ma in mezzo alla curva ho trovato Binder e ha dovuto tirare tanto i freni, ho perso l’anteriore”, termina. “Eravamo molto forti però, dobbiamo continuare su questa strada”.

Prossimo appuntamento, il GoPro British Grand Prix, al via dal 23 agosto. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!

Consigliati