Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
16 giorni fa
By motogp.com

Nagashima, una prima vittoria da imperatore a Losail

Il giapponese vince 10 anni dopo il trionfo dell’amico Tomizawa in seguito ad una lunga battaglia con Baldassarri e Bastianini

Tetsuta Nagashima (Red Bull KTM Ajo) è l’eroe del QBN Grand Prix of Qatar. Per la prima volta da quando corre nel mondiale, il giapponese sale sul podio dopo una lunga battaglia contro gli italiani Lorenzo Baldassarri (Flexbox HP 40) ed Enea Bastianini (Italtrans Racing Team). 

Nagashima dedica la vittoria all’amico Shoya Tomizawa vincitore del Gran Premio del Qatar nel 2010 e poi scomparso in seguito ad un incidente avuto in pista. Tetsuta sale sul podio per la prima volta da quando partecipa al mondiale e lo fa vincendo una gara combattuta, ragionata e carica di emozioni. Era dal Gran Premio del Regno Unito del 2017, la bandiera giapponese non sventolava sulla vetta del podio. 

Al Losail International Circuit gli italiani sono grandi protagonisti completando il podio. Dopo una rimonta dalla nona casella, Baldassarri torna sul podio in Qatar dove un anno prima ha vinto in solitaria. Bastianini festeggia il secondo podio in carriera nella categoria intermedia dopo aver dimostrato aggressività e tenacia degne di un veterano. 

Quando la luce del semaforo si spegne Marini scatta alla grande superando il poleman Roberts che non brilla al via ma i due si vedono superare ben presto da Bastianini che celebra così la sua miglior qualifica in Moto2™

Moto2™, è tutto pronto per il QNB Qatar Grand Prix

All’inizio del secondo giro, il pesarese assumer il controllo della situazione superando il connazionale mentre l’americano aspetta il momento giusto per attaccare Bastia. Nel frattempo, Jorge Martin (Red Bull KTM Ajo) si avvicina ed inizia ad infastidire il romagnolo fino a mettergli le ruote davanti. 

Scattato dalla terza fila, Baldassarri recupera posizioni e dopo otto tornate è in quarta piazza e appena si presenta l’occasione supera Bastiani. Durante lo stesso giro, il giapponese Tetsuta Nagashima (Red Bull KTM Ajo) registra il giro veloce 1’59”218 e prepara la rimonta dall’ottava posizione e il primo pilota a superare è Marco Bezzecchi (SKY Racing Team VR46). 

A metà gara Marini è in testa alla corsa con quasi un secondo di vantaggio da Roberts e la vittoria sembra ormai sua. L’attenzione si sposta sui piloti alle loro spalle ed è una sfida tutta italiana. Baldassarri studia Bastianini per diversi giri l'occasione si presenta all’11° giro, il marchigiano attacca il connazionale ipotecando il terzo posto. Ma nel frattempo Nagashima è arrivato in quinta posizione e continua a limare decimi su decimi per raggiungere Bastia. Xavi Vierge (Petronas Sprinta Racing) precede Bezzecchi e Aron Canet (Aspar Team) mentre Remy Gardner (Onexox TKKR SAG Team) è decimo ma sempre più vicino ai rivali. 

Quando mancano sei giri dalla bandiera a scacchi, Nagashima supera Baldassarri ma il marchigiano risponde riprendendosi il terzo posto. Il giapponese va largo lasciando la possibilità a Bastianini di prendersi il quarto posto. Marini commette un errore, Roberts ne approfitta e si mette al comando, anche Baldassarri riesce ad approfittare dell’imprecisione del pesarese tornando al terzo posto. 

A quel punto, Baldassarri se la vede con l’americano. Balda si prende il primo posto quando mancano tre giri dalla fine. Bastianini entra su Roberts prendendosi il secondo posto ma è Nagashima ad ipotecare il podio mentre Navarro diventa sempre più minaccioso per i piloti in zona podio. La lotta per la vittoria diventa una questione tra NagashimaBastianini Baldassarri ma Roberts non vuole perdere l’occasione di essere il primo americano a vincere nella categoria di mezzo dopo 30 anni ma deve rimandare perché sotto le luci del Qatar è Nagashima a tagliare per primo il traguardo regalando al Giappone la prima vittoria dal 2017 quando Takaaki Nakagami vinse il Gran Premio della Gran Bretagna. 

Un contatto tra Jake Dixon (Petronas Sprinta Racing) e Marini vede il pesarese finire a terra a pochi metri dal traguardo e quello che era un weekend quasi perfetto finisce con uno zero. Bezzecchi è 12° al traguardo davanti a Fabio Di Giannantonio (Beta Tools Speed Up), Stefano Manzi (MV Agusta Forward Racing) chiude la zona punti. 

Clicca qui per  vedere i risultati completi. 

Vivi il meglio della stagione seguendo i test e i Gran Premi LIVE e OnDemand con il VideoPass! 

Consigliati