Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
6 giorni fa
By MotoGP™ Podcast

La vita degli adolescenti nel paddock degli anni ‘90

Nell’ultimo episodio di Last On The Brakes, Neil Hodgson ricorda com’era la sua vita da pilota diciottenne in un mondo così affascinante

Tags MotoGP, 2020

Ospite dell’ultimo episodio del podcast in inglese dedicato al MotoGP™ l’ex campione del mondo nel WorldSBKNeil Hodgson racconta ai conduttori, Matt Dunn e a Fran Wyld, com’era la vita nel paddock all’inizio della sua carriera da pilota nel mondiale, mondo al quale si è presentato da campione in carica della British Superbike

Il britannico, attuale commentatore in BT Sports, esordì in Australia nel 1993, prima tappa del calendario del campionato. L'appuntamento successivo fu al circuito di Shah Alam, in Malesia, un viaggio che Hodgson paragona a quello verso Termas de Rio Hondo. Una vera e propria avventura per un ragazzo di Burnley che aveva intrapreso il suo primo viaggio all’estero, andando in Spagna, solo due anni prima. Il caldo e l’umidità della Malesia si sentiva lontanissimo dalla sua Inghilterra

       

Termas è un posto unico e le corse non erano così nemmeno negli anni ‘90 - spiega Hodgson – Anche se è l’unico posto che mi ricorda un po’ il mio primo viaggio in Malesia per raggiungere il circuito di Shah Alam. Iniziai a correre in 125cc nel 1993, mi accompagnava mio padre. Solo un anno prima avevo vinto il campionato britannico e lui mi aveva incoraggiato a fare il salto ai Gran Premi. Non aveva senso difendere il titolo, bisognava provare a correre contro piloti più forti. Allora era diverso, si poteva fare. Ma c’è voluto comunque un grande sforzo”. 

Ad ogni modo, quel lungo viaggio verso un paese così diverso dal Regno Unito lasciò ricordi indelebili nella memoria di Hodgson: “Tutto quello che volevo fare era andare in moto. Partecipai al debrief per cinque minuti e me ne andai perché non sapevo di cosa stessero parlando, preferii uscire dal box per guardare i piloti della 500cc come SchwantzRaineyDoohan. Così passeggiavo sulle vie di servizio per affacciarmi al muretto e girovagavo per il paddock a fissare i miei eroi dal retro dei loro box. Quando uscirono, vedendomi lì mi dissero “Tutto bene, amico?” Cercavo solo di essere visto da loro e c’ero riuscito! Adesso è così strano ripensare a quei momenti. Sono stato molto fortunato ad avere queste esperienze quando avevo solo 18 o 19 anni. Che bei ricordi”. 

Per ascoltare altre storie sul mondo del motociclismo di ieri e di oggi, dai un’occhiata al canale YouTube del MotoGP™ o i profili sui diversi canali podcast per ascoltare tutti gli episodio di Last On The Brakes. E non dimenticare che c’è un nuovo episodio ogni lunedì. Non perderti il prossimo! 

Vivi il meglio della stagione seguendo i test e i Gran Premi LIVE e OnDemand col VideoPass!