Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
19 giorni fa
By Nick Harris

Né cenone di capodanno né canti natalizi per Fabio

Nick Harris, l’ex commentatore del MotoGP™, ricorda altre gare disputate consecutivamente sulla stessa pista o paese

Non c’è tempo per riposare e non c’è molto tempo nemmeno per riflettere a Jerez. Appena cinque giorni dopo l’estenuante Gran Premio inaugurale della stagione 2020, i corpi doloranti e i propotipi ad alta potenza torneranno a sfidarsi sulla stessa pista. Domenica è stata una giornata storica, soprattutto per un francese di 21 anni.

GRATIS: Il meglio del GP de España in super slow motion

Per la prima volta in 72 anni di storia del Campionato del mondo, ci saranno dei Gran Premi consecutivi sullo stesso circuito durante un’unica stagione. Ci sono già state delle gare consecutive sullo stesso circuito in un’altra occasione ma i piloti ebbero tempo per trascorrere il cenone di Natale e le celebrazioni di capodanno a casa prima di tornare in azione.

La gara della 500cc sul leggendario circuito al Parque de Montjuic, a Barcellona, fu l’ultimo round della stagione 1954. Dickie Dale vinse la gara di 53 giri con la MV Augusta e probabilmente fu soddisfatto dei quasi sette mesi di riposo che ebbe davanti a sé prima di tornare per la gara d’apertura della stagione 1955 sempre sul circuito barcelonese di 3.790 km. Il suo tempo di gara fu di un’ora 51 minuti e 46 secondi. Dale tornò a maggio dell’anno successivo ma quella seconda gara venne vinta da Reg Armstrong con una Gilera.

Missing the apex: #ValenciaGP

Da allora ci sono stati dei Gran Premi consecutivi nello stesso paese ma non sullo stesso circuito. Nel 1988 l’australiano Kevin Magee si assicurò la sua unica vittoria nel Campionato del mondo a Jarama e sette giorni dopo Eddie Lawson vinse il Gran Premio del Portogallo a Jerez. Valentino Rossi trionfò nel finale di stagione 2004 a Valencia e ha poi visto per primo la bandiera a scacchi al Gran Premio inaugurale del 2005 a Jerez. In quello stesso anno, Marco Melandri vinse l’ultimo appuntamento a Valencia, con Loris Capirossi che si impose all’inaugurazione del 2006 a Jerez. Ci sono stati due Gran Premi consecutivi negli Stati Uniti. Nel 2012 Casey Stoner vinse a Laguna Seca e Dani Pedrosa a Indianapolis. Un anno dopo, Marc Marquez li superò entrambi dirigendosi verso il suo primo titolo mondiale in MotoGP™.

Nel 1966 le gare al TT vennero rinviate a causa di uno sciopero dei marinai che rese impossibile raggiungere l’Isola di Man. L’appuntamento al TT venne riprogrammato due settimane dopo il Gran Premio dell’Ulster e Mike Hailwood vinse entrambe le gare con la Honda mentre Giacomo Agostini arrivò secondo in tutte e due le occasioni.

L’unica volta, oltre a quelle già menzionate, in cui ho assistito a due Gran Premi consecutivi nello stesso paese a una settimana di distanza l’uno dall’altro, fu durante la mia avventura in Formula1. Nel 1995, il Gran Premio del Pacifico si svolse al Circuito di Aida Mimasaka - ora noto come Circuito Internazionale di Okayama - seguito dal Gran Premio del Giappone a Suzuka sette giorni dopo. Ho trascorso il tempo tra una gara e l’altra facendo un viaggio emozionante a Hiroshima e guardando una lotta di sumo con Eddie Irvine e la sua squadra.

Who was Mike Hailwood?

Non credo che Fabio Quartararo abbia tempo per concedersi viaggi simili perché sarà impegnato a riscrivere i libri di storia a Jerez. Domenica è diventato il quarto pilota francese a vincere una gara in classe regina, il primo dal 1999, il primo pilota satellite Yamaha a vincere una gara in MotoGP™ e l’ottavo pilota più giovane a vincitore nella massima categoria. Domenica prossima torna in scena, sulla stessa pista dove ha vinto la sua prima gara e col desiderio di diventare il primo pilota a vincere due Gran Premi sullo stesso circuito e solo il secondo più giovane a vincere due gare di fila nella cateogira dei pesi masismi.

Per la seconda settimana di fila, si preannuncia un altro spettacolo mozzafiato pronto a scrivere un nuovo capitolo d’oro da inserire nei libri di storia.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!