Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
25 giorni fa
By Repsol Media Service

Puig: “Marc non ha nulla da rimpiangere”

Il manager del Repsol Honda loda l’atteggiamento dello spagnolo a Jerez e applaude i primi punti conquistati da Alex Marquez

La prima gara dell’anno per il MotoGP™, celebrata al Circuito di Jerez - Angel Nieto, ha offerto emozioni forti al team Repsol Honda. Alberto Puig, il team manager, condivide attraverso un comunicato stampa divulgato dalla scuderia la sua analisi da un Gran Premio segnato dall’infortunio di Marc Marquez, che dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico, e dei primi punti ottenuti dal fratello Alex, rookie della categoria.

GP de España: I momenti chiave della gara del MotoGP™

Puig definisce l’infortunio di Marc come qualcosa di “veramente negativo” prima di rivendicare il potenziale che il campione del mondo in carica ha dimostrato con la sua epica rimonta: “Quando si ha un pilota infortunato, quasi nulla è positivo. Ma d’altra parte, abbiamo tutti visto e capito il livello di Marc. In Qatar, alcuni dubitavano delle sue prestazioni. Oggi (domenica 19 luglio, Gran Premio Red Bull de España) è ormai chiaro che su questo aspetto non ci sono dubbi. Lui e la sua Honda RC213V sono chiaramente due passi avanti”.

“Non solo era un po’ più veloce, ma era molto più veloce di tutti gli altri. La differenza, che ci piaccia o no, continua a crescere anno dopo anno - continua Puig che ha poi aggiunto - Quando Marc è uscito di pista, gli sono serviti due giri per ritrovare la concentrazione. Ma abbiamo visto che avrebbe raggiunto i piloti che lo precedevano. Se avesse avuto quattro o cinque giri in più, avrebbe raggiunto Quartararo visto che Marc girava un secondo più veloce”.

L’opera d’arte di Marquez: da 16° a terzo!

Sempre a questo proposito, il team manager rivendica la figura del campione in carica e sostiene pienamente il suo atteggiamento in pista: “Sappiamo che tipo di pilota abbiamo. Oggi, ancora una volta, ha dimostrato chi è. Ma adesso che è infortunato deve riposare, cercare di recuperare e quando sarà pronto combatterà di nuovo per la vittoria. Queste cose succedono quando sei Marc Marquez, lui fa cose eccezionali. Non ha nulla da rimpiangere; la nostra squadra ha enorme rispetto e ammirazione per ciò che fa”.

La telemetria e l’OnBoard della caduta di Marquez

Allo stesso tempo, Puig apprezza la prestazione di Alex Marquez alla sua prima gara in classe regina: “Il primo obiettivo di Alex era quello di finire la gara e il secondo di finire vicino al gruppo dei piloti davanti a lui per entrare in zona punti. È un buon risultato per essere la sua prima gara e siamo tutti contenti per lui” aggiunge il manager parlando dell’esordiente della sua squadra 12° al traguardo.

Infine, Puig spiega come si siano potuti adattare alla nuova normalità nel paddock lodando gli sforzi di Dorna: “È stato fatto un buon lavoro col protocollo di prevenzione. Tutti lo seguono alla lettera e nel paddock siamo tutti al sicuro. Al momento, la squadra si sta concentrando sul recupero di Marc Marquez. Stiamo affrontando la sfida del suo infortunio, così sono le gare, ma siamo una squadra forte e in qualche modo supereremo anche questa” conclude Puig sottolineando come sia ottimista guardando al futuro.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati