Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
14 giorni fa
By motogp.com

La caduta di Marquez a Jerez: i dati del suo airbag

Alpinestars, che equipaggia Marc, ci fornisce le informazioni dell’highside dell’otto volte iridato della prima gara dell’anno a Jerez

A grande sorpresa, Marc Marquez (Repsol Honda Team), che domenica scorsa è stato protagonista di una grave caduta dalla quale ne è uscito con una frattura dell’ombro destro, è tornato al paddock. Giovedì prima della prossima gara, ossia due giorni dopo l’operazione dove gli hanno inserito una placca di titanio, il catalano ha ricevuto il via libera dai medici del circuito per tornare a correre. Tuttavia, Marc non ha disputato le sessioni del venerdì per non sovraccaricare il braccio appena operato.

La telemetria e l’OnBoard della caduta di Marquez

Nel frattempo, l’Alpinestars, squadra che fornisce le protezioni al campione del mondo in carica, ci ha fornito i dettagli della sua terribile caduta. Dal grafico vediamo che il pilota Honda è stato in volo per un secondo prima di colpire l’asfalto col suo airbag appena dispiegato. Una volta ‘atterrato’ sull’asfalto, lo spagnolo ha iniziato a scivolare sulla ghiaia.

È stato allora che si è verificato l’impatto tra la sua moto e il suo braccio destro. Un colpo di una forza stimata di 25,98 G che avrebbe potuto causargli danni ben peggiori se non avesse avuto le dovute protezioni. Dall’impatto sulla ghiaia al momento in cui ha smesso di scivolare, sono passati circa 3,55 secondi. La durata totale dell’incidente è di 5,3 secondi. I dati sono riportati nel grafico sottostante:

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!