Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
14 giorni fa
By motogp.com

La truppa italiana all’assalto di Nagashima

Bastianini e Marini puntano alla leadership del mondiale dopo il podio tutto azzurro di Jerez firmato insieme a Bezzecchi

Tetsuta Nagashima (Red Bull KTM Ajo) dovrà stringere i denti per mantenere la prima posizione della classifica generale della Moto2™ dopo gli esitosi risultati conquistati al Circuito de Jerez-Angel Nieto da Luca Marini (Sky Racing Team VR46) al primo appuntamento e da Enea Bastianini (Italtrans Racing Team) al secondo. Dopo la vittoria in Qatar e il secondo posto al primo Gran Premio in terra andalusa, il giapponese si è dovuto accontentare dell’11º posto al GP Red Bull de Andalucía, dopo l’highside di cui è stato protagonista durante le prove del sabato. Ne hanno approfittato i suoi rivali, a iniziare da Bastianini che ora deve recuperare solo due punti al giapponese e Marini staccato di cinque lunghezze. L’attuale leader della classe di mezzo vorrà rifarsi già a partire da Brno.

I momenti chiave della Moto2™ al GP Red Bull de Andalucía

Il secondo appuntamento a Jerez è stato emozionante, storico: Bastianini ha preceduto la coppia dello Sky Racing Team VR46 formata da Luca Marini e Marco Bezzecchi firmando il primo podio tutto tricolone della storia della Moto2™. Un podio interamente azzurro mancava dal Gran Premio della classe 250cc disputato nel 1998 a Imola con protagonisti Valentino Rossi, Loris Capirossi e Stefano Perugini. L’anno scorso a Brno, Marini ha portato a casa un secondo posto. Che sia di buon auspicio per soffiare il primo posto in classifica a Nagashima?

Moto2™ : Le reazioni dei primi tre piloti al traguardo

Alle spalle di Bastianini e Marini c’è il primo degli spagnoli, Aron Canet (Inde Aspar Team Moto2) reduce da due piazzamenti tra i primi cinque a Jerez che lo pongono sulla buona strada per vincere il titolo di rookie dell’anno. A Brno negli ultimi anni è salito sul podio nella classe cadetta e l’anno scorso ha vinto. Quinto posto provvisorio in classifica generale per Lorenzo Baldassarri (FlexBox HP 40), secondo in Qatar ma deludente nel doppio appuntamento spagnolo. In ogni caso non può essere sottovalutato.
Attenzione però anche a Jorge Martin (Red Bull KTM Ajo) che nella prima gara a Jerez è salito sul podio. Il madrileno ha chiuso al sesto posto proprio dietro a Canet il secondo evendo in Andalucía. Sam Lowes (EG 0,0 Marc VDS) ha sfiorato il podio nelle due gare di Jerez e dopo aver trovato il ritmo giusto può essere della partita per il successo finale.

Momenti divertenti: Sky Racing Team VR46, che festa!

Dietro di lui c’è Remy Gardner (Onexox TKKR SAG Team). L’australiano è andato a punti in entrambe le gare di Jerez. A solo un punto di distanza troviamo Xavi Vierge (Petronas Sprinta Racing) che vuole ripetere l’ottima gara disputata nel 2018 a Brno quando è arrivato quinto.

Unseen: La festa di Quartararo, vista dal box

Chi vorrà provare a riscattarsi in Repubblica Ceca è Thomas Lüthi (Liqui Moly Intact GP) che in Moto2™ a Brno ha già vinto nel 2017. Nell’ultimo Gran Premio la fortuna non è stata dalla parte di Jorge Navarro (Beta Tools Speed Up), finito a terra esattamente com’era succeso al primo appuntamento. L’anno scorso sulla pista ceca Navarro ha chiuso in quarta posizione.

C’è una certezza. Quale? Che in tanti proveranno a dare l’assalto alla prima posizione nella classifica di Moto2™ che al momento è di Tetsuta Nagashima. Il giapponese riuscirà a resistere all’assalto degli italiani? L’anno scorso a vincere fu Alex Marquez davanti a Fabio Di Giannantonio e proprio a Enea Bastianini. A Brno suonerà ancora l’Inno di Mameli? Lo scopriremo domenica dalle 12:20.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!