Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

Dal podio ai margini della top 10. È possibile?

Alcuni dei piloti nelle prime tre posizioni al traguardo in questo 2020, dimostrano segni di debolezza nel venerdì di Misano

La prima giornata di libere del Gran Premio Lenovo di San Marino e della Riviera di Rimini vede i piloti Yamaha tornare alla ribalta. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) e Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) sono stati separati da soli nove millesimi di secondo nella combinata ma altri piloti che hanno provato l’emozione di salire sul podio nei primi cinque appuntamenti del 2020 si trovano fuori dalle prime 10 posizioni. 

Cos’è successo a Dovizioso?

Andrea Dovizioso (Ducati Team), secondo in campionato, è 11° accompagnato dal duo del Suzuki Ecstar composto da Alex Rins e Joan Mir, rispettivamente in 13° e 15° piazza provvisoria. Sottotono anche Johann Zarco (Esponsorama Racing) che si piazza tra i due spagnoli compagni di squadra. Ancora più indietro, dopo il doppio podio al Red Bull Ring, c’è Jack Miller (Pramac Racing), 17°. 

Sarebbe affrettato trarre conclusioni dopo una sola giornata in pista ma, quel che è certo, è che la FP3 sarà decisiva in vista delle qualifiche e ci fornirà un’indicazione su chi potrebbero essere i piloti col miglior ritmo in ottica gara. Dovizioso è balzato fuori dalla top 10 mentre a rientrarci ci hanno pensato Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) e Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3). 

A fine giornata Mir ha spiegato di aver avuto problemi con le morbide: “In questo momento non abbiamo il passo del leader ma sono veloce con la gomma usata. Non è il massimo ma è un buon punto di partenza. Nella FP3 saremo competitivi”. 

I piloti commentano il venerdì del GP di San Marino

Il suo compagno di squadra, Alex Rins, ammette di aver avuto difficoltà in frenata: “Abbiamo fatto molti giri con le stesse gomme e ci siamo fatti un’idea su quale sia la strada da intraprendere”. 

Dal canto suo Dovizioso non ha avuto una giornata facile a Misano. Il romagnolo ha definito il suo feeling con la moto come “strano” si è trovato ad affrontare una situazione inedita ma, nonostante questo assicura che lui e la Ducati non sono così lontani. C’è speranza di rivederlo protagonista sulla pista di casa. 

I tre piloti di Borgo Panigale che sono già saliti sul podio nel 2020 sperano di trovare le risposte che cercano durante la FP3 per poter entrare nella top 10, lo stesso si può dire per il duo Suzuki. Sintonizzatevi per quella che preannuncia essere una sessione imperdibile al via alle 09:55.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati