Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
6 giorni fa
By motogp.com

Zarco alimenta la speranza di Ducati

Il francese finisce in testa alla classifica combinata al termine del primo giorno a Portimão, con 11 piloti in meno di mezzo secondo

La prima giornata di libere del Grande Prémio MEO de Portugal ha permesso a gran parte dei piloti di conoscere l’Algarve International Circuit. Con tempi complessivamente migliori rispetto al mattino, è Johann Zarco (Esponsorama Racing) a firmare il miglior riferimento di giornata da 1:39.417. Il francese ha 0.119 di vantaggio su Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) mentre Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) è autore del terzo tempo provvisorio.

Support for this video player will be discontinued soon.

FP2 del GP MEO de Portugal - Chi ha dominato in MotoGP™?

Dopo sei minuti abbiamo assistito alla prima caduta, quella di Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), scivolato alla curva 8 dopo aver perso l’anteriore della sua GSX-RR. Lo spagnolo si sta giocando il titolo di vicecampione del mondo con Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) e, proprio il romano insieme a Zarco e a Stefan Bradl (Repsol Honda Team), è tra i primi a migliorare i propri tempi già ad inizio turno. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing), Francesco Bagnaia (Pramac Racing), Danilo Petrucci (Ducati Team) e Mika Kallio (Red Bull KTM Tech3), impegnato a sostituire Iker Lecuona in questo appuntamento, sono molti incisivi nei primi 50 minuti della FP2.

Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) e Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) riescono a balzare davanti a Bradl ma a 33 minuti dalla fine, il giapponese perde l’anteriore alla curva 4 senza, per fortuna, riportare conseguenze. Impegnato nell’ultimo GP con KTM, Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) macina chilometri preziosi stabilendo ritmi interessanti per concludere nel migliore dei modi l’esperienza con la casa austriaca.

Quello portoghese è un appuntamento speciale per Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) che, dopo questo GP, lascerà le competizioni per diventare collaudatore Yamaha. Il britannico termina la prima col 14° tempo. Il venerdì di Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) continua ad essere impegnativo. Il Dottore è caduto alla curva 4 senza riportare conseguenze e concludendo col 21° tempo provvisorio.

Dopo una mattina lontano dai riflettori, Quartararo ipoteca il passaggio diretto alla Q2 firmando il quarto tempo. Registrano un netto miglioramento anche i Ducatisti Andrea Dovizioso (Ducati Team), settimo, e Jack Miller (Pramac Racing), nono. Ad infilarsi tra i due piloti di Borgo Panigale si piazza Pol Espargaro, mentre Morbidelli chiude la top 10.

In casa Suzuki la festa potrebbe continuare, almeno questo è ciò che si augura Alex Rins, piazzandosi al secondo posto in campionato e, insieme a Joan Mir e a tutta la squadra guidata da Davide Brivio, la speranza è quella di conquistare anche la terza corona, quella dedicata ai costruttori.

I piloti della classe regina torneranno in azione per l’ultima sessione di prove libere sabato 21 novembre alle 09:55 ora locale (GMT+0), in Italia sarà un’ora in più.

I primi 10 della classifica combinata:

1. Johann Zarco (Esponsorama Racing) – 1:39.417
2. Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.119
3. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) + 0.228
4. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) + 0.275
5. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.280
6. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 0.315
7. Andrea Dovizioso (Ducati Team) + 0.324
8. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.366
9. Jack Miller (Pramac Racing) + 0.403
10. Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) + 0.471

Clicca qui per vedere i risultati completi.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati