Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
27 giorni fa
By motogp.com

Born in the USA, si torna alla conquista del paddock

Nel 2021 Joe Roberts e Cameron Beaubier continueranno la vincente tradizione dei piloti americani che hanno fatto la storia di questo sport

Ogni bambino che sogna di fare il pilota desidera un giorno abbassare la visiera del suo casco per dare inizio ad un Gran Premio del Campionato del Mondo MotoGP™ e portare poi la bandiera del proprio paese sul gradino più alto del podio. Questa è la missione che Joe Roberts (Italtrans Racing Team) e Cameron Beaubier (American Racing) cercheranno di compiere nel 2021.

Roberts si prepara ad affrontare la sua quarta stagione completa nel Campionato del Mondo e viene da una buona annata, nel 2020 ha centrato tre pole position, un podio e il settimo posto nella classifica generale. La scorsa stagione è stata una vera e propria storia Hollywoodiana per lo statunitense, mesi raccontati nella miniserie Behind the Stars and Stripes.

Il Campionato 2020 di Joe Roberts è iniziato con la pole position al Losail International Circuit, una vera inniezione di fiducia che si è conclusa col quarto posto al traguardo. Concentrato, motivato e, deciso come lui stesso confessa nella serie: “Quando ho iniziato a competere in questo Campionato volevo riportare l’America al vertice”.

Dopo quel primo appuntamento il mondo si è fermato. La pandemia ha bloccato la maggior parte delle attività, per tre lunghi mesi i piloti, come gli altri sportivi, si sono allenati restando chiusi in casa in attesa di poter tornare in azione il prima possibile e nella massima sicurezza.

A luglio è stato il momento in cui Roberts è tornato a viaggiare, destinazione: Andalusia. I due appuntamenti consecutivi al Circuito de Jerez-Angel Nieto si sono conclusi fuori dalla zona punti per il californiano che si è riscattato al round successivo.

Al Gran Premio della Repubblica Ceca, Roberts si è assicurato la seconda pole position dell’anno e il primo podio in carriera. Un terzo posto che lo vede balzare verso la parte alta della classifica generale. Con un cognome che ricorda un padre e un figlio che insieme custodiscono quattro titoli mondiali, il giovane Joe è determinato a riportare gli Stati Uniti ai vertici del Campionato.

Col consolidarsi dei suoi risultati, il pilota di Malibù ha attirato a sé la luce dei riflettori e, soprattutto dei media. Per giorni si è parlato di lui come del possibile sostituto di Andrea Iannone nell’Aprilia Racing Team Gresini, in MotoGP™ ma, come lo stesso Roberts racconta su Behind the Stars and Stripes, non ha avuto molti dubbi. La possibilità di passare in classe regina è ciò che ogni pilota desidera ma la scelta del #16 è stata chiara: compiere il grande passo col titolo di campione del mondo in tasca.

Roberts ha dimostrato la sua maturità e il suo talento in diverse occasioni, come a Le Mans, quando a causa di un problema tecnico è scattato dal fondo dello schieramento per poi arrivare ottavo al traguardo in una gara dove le condizioni metereologiche hanno complicato ulteriormente la sfida. Insomma, grinta, determinazione e tanta voglia di vincere animano il pilota di Malibù e accettare l’offerta del team in lotta per il titolo è stata un’occasione imperdibile.

Roberts ha dimostrato la sua maturità e il suo talento in diverse occasioni, come a Le Mans, quando a causa di un problema tecnico è scattato dal fondo dello schieramento per poi arrivare ottavo al traguardo in una gara dove le condizioni metereologiche hanno complicato ulteriormente la sfida. Insomma, grinta, determinazione e tanta voglia di vincere animano il pilota di Malibù e accettare l’offerta del team in lotta per il titolo è stata un’occasione imperdibile.

L’American Racing è una squadra che, tra i tanti obiettivi, ha quello di procacciare talenti statunitensi così che possano dire la loro nel Campionato del Mondo. Vista la sella libera lasciata da Joe Roberts, l’attenzione del padron Eitan Butbul e dal coach John Hopkins è caduta subito sul pluri Campione del MotoAmerica: Cameron Beaubier.

Anche lui è californiano, classe 1992 e cinque titoli nazionali sul palmares, Beaubier è destinato a sorprendere in Moto2™. Il pilota di Roseville ha già avuto l’occasione di familiarizzare con le piste europee visto che nel 2007 ha partecipato alla Red Bull Rookies Cup. Il suo talento è stato colto e valorizzato al volo dalla Red Bull KTM Motorsport che lo ha portato all’esordio nel mondiale 125cc al box con Marc Marquez.

Conclusa la parentesi mondiale, Beaubier è tornato negli Stati Uniti dov’è maturato e ha collezionato vittorie. Il 2021 segna l’inizio di un nuovo capitolo, molte piste saranno nuove per lui ma potrà contare sull’esperienza e sui consigli dell’ex pilota John Hopkins che saprà aiutarlo a sfruttare i propri punti di forza per raggiungere l’obiettivo: riportare la bandiera a stelle e strisce sul gradino più alto del podio.

Le intenzioni di Joe Roberts e di Cameron Beaubier sono comuni: diventare il prossimo pilota statunitense a vincere il titolo mondiale. Vedere il proprio nome vicino a quelli di leggende del MotoGP™ come Eddie Lawson, primo pilota della storia a vincere due titoli consecutivi con due diversi costruttori e che, ancora oggi, si trova ad essere il pilota americano col maggior numero di titoli in classe regina; Kenny Roberts Sr, il primo campione del mondo americano che conquistò il titolo nel suo esordio in 500cc, Freddie Spencer, unico pilota capace di conquistare due corone nello stesso anno in 500cc e in 250cc; piuttosto che Wayne Rainey, Kevin Schwantz, Nicky Hayden, ultimo pilota statunitense campione del mondo.

Il 2021 rappresenta una sfida importante per le due stelle californiane. Chi di loro sarà il primo a conquistare il titolo mondiale? Scoprilo seguendo ogni appuntamento, ogni sessione e ascoltando ogni intervista col VideoPass.

Non perdere quest’occasione, il Campionato del Mondo inizia il prossimo 28 marzo al Losail International Circuit. Roberts tornerà a firmare la pole? Questa volta lo vedremo sul podio oppure sarà Beaubier ad imporsi presentandosi al parco chiuso fin dal primo appuntamento? Assicurati di avere il VideoPass per vivere in prima persona un nuovo capitolo di storia del MotoGP™!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati