Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
4 giorni fa
By motogp.com

“Aprilia ha impressionato tutti”

Il nostro reporter dalla pitlane Simon Crafar commenta l'ottima prestagione della Casa di Noale

Tutti coloro con cui in pitlane ho parlato di Aprilia, inclusi i membri dei team avversari, hanno ammesso di essere rimasti impressionati da quanto di buono fatto dalla Casa di Noale nel corso dell’inverno. Non solo per il fatto di essersi presentati in Qatar con una moto nel complesso rinnovata ma anche perché è andata davvero forte. Aleix Espargaro è stato veloce in ogni sessione fino a quando è caduto.

L'Aprilia sfoggia nuove teste dei cilindri (montate sul nuovo motore a 90 gradi che abbiamo visto per la prima volta a Sepang nel 2020) che apportano più potenza in tutta la gamma di giri, senza dimenticare un nuovo telaio intorno a quel motore, con due nuovi scarichi che spuntano dalla nuova carrozzeria rivestita di ali (ali ad alta, bassa e media deportanza tra cui scegliere) oltre a una nuova forma della sella / unità di coda sopra un nuovo forcellone in fibra di carbonio. Non è rimasto molto della moto originale del 2020. Inoltre è presente anche un nuovo dispositivo di partenza posteriore per abbinarsi al dispositivo anteriore che Aprilia presentava l'anno scorso. Le partenze di Aleix sembravano essere seconde solo per velocità e consistenza a quelle di Jack Miller.

Aprilia, più vicina che mai ai suoi obiettivi

Sono davvero contento per loro. Questa è la moto giusta con cui Aprilia potrebbe conquistare dei risultati di cui essere orgogliosa? La mia risposta sarebbe stata più facile se Aleix non fosse caduto e avesse compromesso quindi la sua ultima simulazione di gara anche se il passo che ha messo in mostra il giorno precedente mi aveva davvero impressionato. Sulla base di tutto quello che sappiamo in questo momento Aleix ha sia la velocità che il passo gara per far parte dell’ampio gruppo che penso si darà battaglia per il podio.

Capirei se Aleix a volte dovesse sentirsi abbastanza solo in Aprilia rispetto a quanto avviene nelle altre Case che possono contare su due, tre o perfino quattro piloti di vertice da cui ricavare dati e capire che direzione intraprendere. Non cambia però il fatto che la domenica Aleix e Aprilia dovranno convertire tutto questo grande e buon lavoro in degli ottimi risultati da cui poi ripartire per le gare successive. Se non dovessero farcela a ottenere i risultati che però sono in grado di conquistare, per noi appassionati sarà come un dejavu. La pressione c'è dato che quella 2021 è l'Aprilia più competitiva che io abbia mai visto.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!