Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
23 giorni fa
By motogp.com

Test e Libere a confronto: La Ducati difende il vantaggio

Al termine del venerdì del Barwa GP of Qatar, Miller si piazza in testa alla classifica dei tempi. Quali altre conclusioni possiamo trarre?

I tempi registrati dai piloti nel Test Ufficiale in Qatar sono stati notevoli e chi, in quell’occasione aveva dimostrato di avere un passo sostenuto, nel primo giorno del Gran Premio del Qatar è riuscito a fare anche di meglio. Il più veloce nei test è anche il leader del venerdì di prove libere: Jack Miller (Ducati Lenovo Team). In casa Ducati possono compiacersi per la formazione ufficiale visto che al secondo posto c’è Francesco Bagnaia e, al quarto posto, Johann Zarco (Pramac Racing) determinato a vivere una stagione da protagonista.

Il Losail International Circuit è un terreno fertile di successi per la Ducati che ha conquistato le ultime due vittorie, nel 2018 e nel 2019, e finora, la casa di Borgo Panigale si presenta come la favorita per assicurarsi i 25 punti in palio.

MotoGP™: Inizia l’ultimo turno del venerdì a Losail

Miller e Bagnaia hanno sfiorato il record stabilito da Marc Marquez (Repsol Honda Team) nel 2019, mentre Zarco si è piazzato a meno di due decimi dal duo ufficiale. Probabilmente, Pecco avrebbe potuto fare anche di meglio se non fosse stato per le bandiere gialle esposte in seguito l’incidente di Pol Espargaro (Repsol Honda Team) a fine turno.

La Yamaha che nel test ha occupato dalla seconda alla quarta piazza, con Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), il suo compagno di squadra Fabio Quartararo e Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT). Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT), 11° nel test, si sono assicurati la permanenza nelle prime nove posizioni del venerdì in Qatar.

GRATIS: I passaggi decisivi della FP2 del Barwa GP of Qatar

Quartararo è l’inseguitore più diretto delle Ducati ufficiali, ipotecando il terzo posto. Tutte e quattro le YZR-M1 sembrano in ottime condizioni. Viñales e Morbidelli, leader nella FP1, hanno ottenuto rispettivamente il sesto e il settimo posto a meno di tre decimi dalle Ducati, mentre Rossi è nono, a meno di mezzo secondo dal capolista.

Quando si parla di prestazioni su un giro secco le Suzuki non brillano ma è domenica quando il campione del mondo Joan Mir e il compagno di squadra Alex Rins danno il meglio. Entrambi hanno affrontato un test pre-stagionale lontano dai riflettori ma venerdì il catalano si è intrufolato nella top 5 girando a 0.236 dall’australiano con la gomma morbida. Sarà solo venerdì ma questo è un segno davvero promettente per Suzuki e soprattutto per Rins.

Miller, impegnato in un esordio glorioso

Mir manca la top 10 per soli 0.013 e l’obiettivo ora è quello di evitare la Q1. Il miglior giro del maiorchino nel test è stato di 1:53.827, quasi un decimo più veloce rispetto a quello del venerdì del GP, ma non è il momento di abbassare la guardia.

Una delle, se non la grande rivelazione dei test pre-stagionali del 2021, è stata la nuovissima RS-GP dell’Aprilia Racing Team Gresini. Aleix Espargaro e la sua squadra restano concentrati dopo la promettente uscita di venerdì. Il catalano è stato il primo pilota ad avventurarsi sotto il muro del 1:53 al Barwa Grand Prix of Qatar e anche se alla fine è scivolato in ottava posizione, il catalano è solo a 0.340 dal tempo di Miller.

Quartararo interrompe il monopolio Ducati

Lo spagnolo si è piazzato in mezzo alle Ducati, Yamaha e Suzuki un segnale importante e incoraggiante. Già durante i test hanno mostrato i primi segni di progresso e all’inizio del GP sono stati confermati. Aprilia ha colmato un enorme divario dai rivali, almeno in Qatar. Naturalmente, la grande domanda è: quanto farà bene Aleix Espargaro in qualifica?

Il fratello minore, Pol Espargaro si è scontrato con alcune difficoltà all’anteriore della RC213V. Due cadute nel primo giorno di GP dimostrano che lo spagnolo sta spingendo e il 10° posto lo dimostra. Venerdì il #44 è stato più lento rispetto al suo miglior tempo stabilito nel test, facendo immaginare che il meglio deve ancora venire. Ha buone possibilità di accedere direttamente alla Q2 e assicurarsi la partenza dalle prime file dello schieramento. La Honda sta accusando l’assenza di Marc Marquez ma Pol Espargaro potrebbe colmare questa mancanza già in Qatar.

Mir, Q1 ipotecata. Evitarla è il primo obiettivo del 2021

Il 2021 ha promesso spettacolo già dal pre-stagione e dopo le prime due sessioni di prove libere non si può che confermare. Sabato sarà il momento delle qualifiche e avremo un’idea più chiara di cosa aspettarci dalla gara di domenica.

Segui la FP3 della MotoGP™️ sabato alle 15:15 ora locale (GMT+3) per vedere se qualcuno può entrare nella top 10, prima che le qualifiche della classe regina inizino alle 20:00 ora locale.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati