Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
21 giorni fa
By motogp.com

Viñales e la Yamaha conquistano di nuovo il Qatar

Negli ultimi anni Ducati aveva monopolizzato la vittoria a Losail ma Top Gun torna sul gradino più alto del podio dopo il 2017

“Siamo tornati”. Queste sono state le parole di Maverick Viañles (Monster Energy Yamaha MotoGP) subito dopo aver eseguito una delle sue prestazioni più esemplari da quando è in classe regina vincendo il Barwa Grand Prix del Qatar.

Nelle ultime due stagione è stata la Ducati ad assciurarsi la vittoria al Losail International Circuit ed era la favorita anche alla vigilia della gara d’apertura del 2021 vista la pole position da record di Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team), il ritmo dimostrato dal suo copagno di squadra Jack Miller e da Johann Zarco (Pramac Racing). Quello che pochi si aspettavano era una vittoria di Viñales. Non perché non abbia il potenziale ma perché la velocità della Ducati sul rettilineo e il vantaggio dei suoi piloti sullo schieramento vedevano il costruttore bolognese in vantaggio a scapito delle Yamaha. Molti pronostici sono stati smentiti.

Quando si è spento il semaforo, quattro piloti Ducati si sono assicurati il comando della corsa già alla curva 1. Viñales e il compagno di squadra Fabio Quartararo sono rimasti spettatori davanti a Bagnaia, Miller, Zarco e Jorge Martin (Pramac Racing), risalito dal 14° posto in griglia di partenza. In un secondo momento la Yamaha e Viñales hanno invertito la tendenza della corsa.

In un primo momento lo spagnolo era nono. Poteva pensare che la sua gara si concludesse con un misero bottino di punti, invece ha scelto di reagire andando a vincere la gara inaugurale del 2021.

Le ultime vittorie di Viñales sono avvenute in modo molto diverso rispetto a quella del Barwa Grand Prix of Qatar: scattava dalla parte alta dello schieramento per poi impostare la fuga verso il primo posto, come al GP della Malesia nel 2019 per esempio.

Dalla scorsa stagione qualcosa è cambiato sia per Viñales che per la Yamaha che si presentano nel 2021 più forti, così come lo stesso spagnolo ha detto al parco chiuso e poi ribadito durante la conferenza stampa post-gara. Ora è un marito e un futuro padre, anche la vita privata ha presto un nuova tendenza.

È solo il primo round della stagione ma percepisce un’atsmofera diversa rispetto al 2020 dove la Yamaha ha vinto sette delle 14 gare ma il titolo non l’hanno conquistato né ViñalesQuartararo.

Da quando ha vinto la sua prima gara con Yamaha, in Qatar nel 2017, è giusto dire che non tutto è andato secondo i piani per Viñales. Tre vittorie nelle cinque gare di apertura è stato un inizio da sogno con la casa di Iwata ma poi gli è sempre mancato qualcosa per assicurarsi il titolo nel corso di questi anni.

Va detto che la Yamaha è sempre stata forte a Losail visto che vi hanno vinto Viñales, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, quindi non è stata la vittoria del #12 in sé ad essere impressionante ma lo stile con cui se l’è presa.

Naturalmente, molte cose possono cambiare rapidamente in MotoGP™, non c’è dubbio che ogni pilota sarà più forte la prossima settimana al Losail International Circuit ma per il momento, Viñales ha riacceso vecchie sensazioni vincenti con la sua YZR-M1. Ancora tutto può cambiare ma Top Gun è tornato.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati