Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Marc Marquez, la sua odissea giunge al termine

Da motogp.com ripercorriamo il lungo recupero del #93: dall’infortunio all’annuncio della sua partecipazione al terzo GP del 2021

È ufficiale la partecipazione di Marc Marquez (Repsol Honda Team) al terzo Gran Premio del 2021. È lo stesso catalano ad annunciare la sua partecipazione al Grande Prémio 888 de Portugal dopo aver ricevuto il via libera dei medici,notizia annunciata agli appassionati attraverso un comunicato stampa e relativi post sui social.

Questo rappresenta uno dei ritorni più attesi ed emozionanti non solo per il Campionato del Mondo MotoGP™ ma lo sport più in generale. Marquez si è infortunato durante la gara del primo Gran Premio del 2020, al Circuito de Jerez-Angel Nieto, e dopo un primo tentativo di tornare in pista a cinque giorni dal primo intervento, il pilota di Cervera si è trovato costretto a posticipare il suo ritorno in più occasioni. La decisione finale è stata quella di dedicare ogni sforzo al completo recupero con la speranza di tornare alle performance a cui ci ha abituati a partire dal 2021.

Ripercorriamo tutta questa odissea vissuta dall’otto volte campione del mondo. Dal 19 luglio 2020, giorno dell’infortunio, ad oggi (10 aprile 2021), lo spagnolo si è sottoposto a tre operazioni all’omero destro. La prima è avvenuta il 21 luglio a Barcellona ed è seguito il tentativo eroico del catalano di tornare a Jerez due giorni dopo l’intervento per ottenere l’idoneità dei medici del circuito e quindi disputare il secondo GP. Il video di Marquez mentre fa le flessioni è la prova tangibile della sua incontenibile voglia di difendere la corona. Ottiene il via libera dei medici ma sceglie di trascorrere il venerdì al box e solo sabato lo vediamo in azione. Affronta alcuni giri registrando dei tempi notevoli ma, niente da fare, torna al box e alza la bandiera bianca.

La caduta di Marquez da ogni angolo e la spiegazione di Puig

Da quel momento in poi è stato il collaudatore tedesco Stefan Bradl a prendere il posto di Marc nel Repsol Honda Team, si pensava ad una sostituzione temporanea a partire dal Gran Premio della Repubblica Ceca, invece, il successivo 3 agosto lo spagnolo è tornato in sala operatoria per sostituire la placca di titanio inserita meno di due settimane prima. A quel punto era sempre più chiaro che erano in pericolo molti più appuntamenti rispetto a quanto preventivato.

La presenza di Bradl al fianco di Alex Marquez nel box ufficiale è diventata una costante del 2020. In occasione del Gran Premio di Francia il rookie della casa alata ha condotto una gara incredibile e, da spettatore, Marc ha pubblicato un video sui suoi profili social per svelare qual è l’atmosfera che si respira in casa Marquez quando si guardano le gare. Proprio attraverso quelle immagini è stato chiaro che il recupero del pluricampione aveva ancora diversi capitoli da affrontare prima di vedere la scritta ‘fine’.

Unseen: La lotta contro il tempo di Marc Marquez

Nonostante questo, i fan hanno sperato di rivedere lo spagnolo almeno ad uno dei due appuntamenti al Circuit Ricardo Tormo de Valencia o magari all’ultimo Gran Premio dell’anno in Portogallo, ma non è andata così. La scelta del #93 è stata quella di aspettare l’inizio del Campionato 2021 prima di tornare in pista.

Anche i mesi invernali sono stati movimentati. Il 3 dicembre Marquez si è sottoposto al terzo intervento alla spalla, questa volta all’Hospital Ruber Internacional di Madrid, ancora qualche giorno di recupero per poi tornare al lavoro con la riabilitazione. In questo caso, il nuovo intervento era per far fronte al ristagno del consolidamento della frattura che non era migliorata con le onde d’urto, quindi l’operazione chirurgica era alla pseudoartrosi dell’omero destro.

“Troverà il modo per continuare ad essere Marc Marquez”

Nel terzo e ultimo intervento, a Marc è stata rimossa la placca precedente per posizionarne una nuova con un innesto di cresta iliaca, associato a un lembo libero cortico-periostale. Un’operazione complessa che è durata 8 ore ma il cui risultato è stato un assoluto successo. Ma, ad aspettare lo spagnolo c’era una nuova fase di recupero e relativa riabilitazione. Fortunatamente, tutto è andato secondo i piani e le visite mediche hanno confermato i buoni progressi fino al 12 marzo scorso, quando Marc ha avuto il via libera per iniziare ad accelerare. Il ritorno alle competizioni si stava gradualmente avvicinando.

Ma prima di tutto questo, il 22 febbraio lo spagnolo ha partecipato alla presentazione del Repsol Honda Team e, in quella stessa occasione, ha chiarito a che punto fosse il suo recupero e a ha rilasciato un’intervista esclusiva a noi di motogp.com raccontando come ha vissuto questo ultimo anno, ciò che ha imparato e con quale atteggiamento pensa di fare il grande ritorno alle competizioni.

Il pronostico di Marquez: Chi sarà campione nel 2021?

Da lì, mentre le stelle della MotoGP™️ si preparavano ad affrontare i test ufficiali in Qatar, il campione di Cervera ha effettuato un test privato al Circuit de Barcelona - Catalunya con una RC213V-S e poi la tabella di marcia ha previsto una tapa all’Autódromo Internacional do Algarve con la stessa moto solo pochi giorni più tardi. Tuttavia, lunedì 22 marzo, lo spagnolo ha deciso di frenare, su consiglio dell’équipe dell’Hospital Ruber Internacional. I medici hanno ritenuto prudente risparmiarsi il doppio appuntamento a Losail programmando un nuovo controllo il lunedì prima del GP a Portimao. Con grande sorpresa, l’annuncio tanto atteso è stato fatto con due giorni di anticipo. Dopo l’ultimo annuncio, Marquez spera di tornare a competere già il prossimo fine settimana, per disputare il terzo Gran Premio del 2021. Bentornato!

Marc Marquez accelera la RC213V-S a Portimao

Da lì, mentre le stelle della MotoGP™️ si preparavano ad affrontare i test ufficiali in Qatar, il campione di Cervera ha effettuato un test privato al Circuit de Barcelona - Catalunya con una RC213V-S e poi la tabella di marcia ha previsto una tapa all’Autódromo Internacional do Algarve con la stessa moto solo pochi giorni più tardi. Tuttavia, lunedì 22 marzo, lo spagnolo ha deciso di frenare, su consiglio dell’équipe dell’Hospital Ruber Internacional. I medici hanno ritenuto prudente risparmiarsi il doppio appuntamento a Losail programmando un nuovo controllo il lunedì prima del GP a Portimao. Con grande sorpresa, l’annuncio tanto atteso è stato fatto con due giorni di anticipo. Dopo l’ultimo annuncio, Marquez spera di tornare a competere già il prossimo fine settimana, per disputare il terzo Gran Premio del 2021. Bentornato!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati