Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
2 giorni fa
By motogp.com

Quartararo eredita la pole position di Bagnaia

Dopo aver firmato il miglior giro, Bagnaia se lo vede togliere. Sarà El Diablo a scattare dalla pole a Portimao seguito da Rins e Zarco

Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) conferma le sue grandi sensazioni al Algarve International Circuit interrompendo la dinamica che, nei primi due appuntamenti della stagione, ha visto sempre dei piloti Ducati firmare la pole position. Il francese, leader della FP3 e della FP4, ha mantenuto la tendenza anche nella Q2 stabilendo il nuovo record della pista che è ora di 1:38.862. Questo risultato, tuttavia, non è stato raggiunto in modo ‘tradizionale’ visto che a stabilire il primato in pista è stato Pecco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) che si è visto cancellare il miglior giro perché la tornata è stata effettuata mentre stavano sventolando le bandiere gialle.

Campioni a confronto: Marquez sulla scia di Mir

Quindi, il tempo di Quartararo è diventato anche il nuovo primato della pista e ha battuto Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) per 89 millesimi di secondo. Il catalano è in gran forma, come ha dimostrato nel corso di tutto il fine settimana, e lo ha confermato assicurandosi un buon piazzamento sulla griglia di partenza trovando, se non una soluzione ma almeno un sollievo, ad uno dei suoi punti deboli: le qualifiche. A chiudere la prima fila troviamo Johann Zarco (Pramac Racing) che migliora di una posizione il proprio piazzamento in griglia vista proprio la cancellazione del giro a Bagnaia. Un evento che l’attuale leader cercherà di sfruttare al massimo.

 

 

Zarco assicura così un posto in prima fila alla Ducati mentre al quarto posto troviamo Jack Miller (Ducati Lenovo Team) che recentemente è stato operato di sindrome compartimentale. L’australiano sarà affiancato in seconda fila da due piloti in costante crescita. Il primo di questi è Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) che si lascia i problemi del primo giorno alle spalle volgendo lo sguardo e la concentrazione al futuro, mentre l’altro pilota è Marc Marquez (Repsol Honda Team). Lo spagnolo non ha spinto troppo nelle prime fasi della Q2 anche perché si è riscattato dalla Q1 insieme a Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), quindi, il #93 ha prima fatto alcuni esercizi al box per rilasciare la tensione al suo braccio destro prima di uscire a quattro minuti dal termine del tempo. Si è incollato a Rins giusto in tempo per finire tra i migliori piloti del turno.

Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) termina a solo 48 millesimi di secondo dietro l’otto volte campione del mondo confermando i notevoli progressi della nuova RS-GP proprio a pochi giorni dalla prima uscita di Andrea Dovizioso con la moto di Noale, anche il romagnolo ha tratto delle conclusioni positive nel test privato al Circuito de Jerez - Angel Nieto. Il catalano sarà affiancato in terza fila dal migliore dei rookie questo fine settimana, Luca Marini (SKY VR46 Avintia) e Mir che dovrà fare un’altra rimonta per avvicinarsi alle posizioni del podio.

La top 10 viene completata da Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) che, al suo Gran Premio di casa, non riesce ad ottenere un risultato migliore vista la caduta fatta proprio a pochi minuti dal termine della Q2. Sarà quindi a capo della quarta fila, completata da Bagnaia e Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) che si vede cancellare il proprio miglior giro per l’ennesima volta in questo GP. Col ricordo della sua rimonta nel primo round a Losail ancora ben impressa in mente e supportato dal grande ritmo dimostrato con gomme usate nella FP4, il Top Gun della MotoGP dovrà lavorare con attenzione per firmare un risultato importante in questo fine settimana.

Alex Marquez (LCR Honda Castrol LCR) scatterà dalla 13° posizione, appena davanti a Pol Espargaro (Repsol Honda Team) che salva la giornata dopo il duro highside fatto al mattino. I due spagnoli saranno affiancati da Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing), la seconda più grande risorsa per il team di Mattighofen a Portimao.

Più indietro, la sesta fila avrà un sapore decisamente italiano. È interessante notare che sarà guidato da un esordiente: Enea Bastianini (Avintia Esponsorama). Il campione del mondo in carica della Moto2™ ha finito appena davanti al veterano Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) che non è riuscito a seguire le orme del suo compagno di squadra Morbidelli. Dietro di loro Danilo Petrucci (Tech3 KTM Factory Racing) è 18 ° seguito dal suo compagno di squadra Iker Lecuona che guiderà una fila affiancato da Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini) e Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu).

Il giapponese, dopo i turni del mattino, non ha disputato né nelle FP4 né nelle qualifiche a causa del dolore alla clavicola sorto in seguito alla caduta fatta nel primo giorno a Portimao. Assente il rookie Jorge Martin (Pramac Racing) che è stato protagonista di un violento incidente nella FP3 e resterà in ospedale in osservazione fino a domenica mattina. La griglia di partenza è ora definita per dare il via all’evento principale del fine settimana: la gara della classe regina che prende il via domenica alle 14:00 (CET).

I risultati della Q2:
1. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) - 1:38.862
2. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) + 0.089
3. Johann Zarco (Pramac Racing) + 0.129
4. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 0.199
5. Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) + 0.241
6. Marc Marquez (Repsol Honda Team) + 0.259
7. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) + 0.307
8. Luca Marini (SKY VR46 Avintia) + 0.524
9. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 0.536
10. Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.583
11. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) + 0.620
12. Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.945

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati