Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
10 ore fa
By motogp.com

Bezzecchi nel segno del #46

Il romagnolo regala all’Italia la vittoria numero 46 in Moto2™ gestendo gli attacchi di Canet e Augusto Fernandez. Vietti è sesto

Nello stesso fine settimana in cui Valentino Rossi annuncia il suo ritiro a fine stagione, Marco Bezzecchi (SKY Racing Team VR46) sale sul gradino più alto del podio al Michelin® Grand Prix of Styria in quella che è, guarda caso, la vittoria numero 46 per un pilota italiano in Moto2.

Moto2™, la gara del Michelin® Grand Prix of Styria

Il romagnolo trionfa in una sfida complessa e carica di colpi di scena tagliando per primo il traguardo seguito ad oltre un secondo di distacco da Aron Canet (Aspar Team Moto2) e da Augusto Fernandez (Elf Marc VDS Racing Team.

Cronaca di gara

Per la prima volta dal GP di Spagna, Remy Gardner (Red Bull KTM Ajo) non sale sul podio dopo una lotta avvincente che lo vede terminare al quarto posto. La gara si svolge in condizioni d’asciutto.

Bezzecchi prende subito il comando alla prima curva, nonostante la buona partenza di Gardner e di Raul Fernandez (Red Bull KTM Ajo) in terza posizione, appena davanti a Canet. Nei giri iniziali sono caudti Simone Corsi (MV Augusta Forward Racing), Joe Roberts (Italatrans Racing) e Barry Baltus (NTS RW Racing GP) senza riportare conseguenze.

La gara diventa uno scontro diretto tra Bezzecchi e Gardner che si scambiano la posizione di comando. Appena dietro di loro, Canet costringe Raul Fernandez a tenersi fuori dai primi tre, mentre Sam Lowes (Elf Marc VDS Racing Team) e Ai Ogura (Idemitsu Honda Team Asia) che iniziano ad inseguire la traiettoria dello spagnolo.

Dopo sei giri Bezzecchi permette a Gardner e a Canet di passare. Lo spagnolo si porta in testa prima che il leader del campionato lo superi di nuovo. L'australiano apre un comodo vantaggio ma un errore lo costringe fuori dal podio.

Il momento cruciale della gara arriva a sei giri dalla fine, quando Gardner cede il comando a Bezzecchi alla curva 4 commettendo un errore che lo vede finire con le ruote sulla ghiaia lasciando la strada aperta a Ogura e a Canet.

Tuttavia, avendo ricevuto un avvertimento per aver superato i limiti della pista, il pilota giapponese mette di nuovo le ruote sul verde ricevendo un long lap penalty. A quattro giri dalla fine, Ogura riceve la penalità scivolando al quarto posto. Canet e Augusto Fernandez ne hanno beneficiano. Il giapponese non riesce a completare correttamente la sua penalità e gli viengono inflitti tre secondi sul tempo di gara e termina col quinto posto.

Il resto della top 10

Giornata di rinascita per Celestino Vietti (SKY Racing Team VR46) firma il miglior risultato personale nella classe di mezzo superando Raul Fernandez alla curva 9 nel giro finale. Somkiat Chantra (Idemitsu Honda Team Asia), Xavi Vierge (Petronas Sprinta Racing) e Marcel Schötter (Liqui Moly Intact GP) completano la top 10.

I primi 10 classificati:

1. Marco Bezzecchi (SKY Racing Team VR46)
2. Aron Canet (Aspar Moto2 Team) + 1.171
3. Augusto Fernandez (Elf Marc VDS Racing Team) + 3.260
4. Remy Gardner (Red Bull KTM Ajo) + 3.856
5. Ai Ogura (Idemitsu Honda Team Asia) + 6.922
6. Celestino Vietti (SKY Racing Team VR46) + 9.390
7. Raul Fernandez (Red Bull KTM Ajo) + 9.590
8. Somkiat Chantra (Idemitsu Honda Team Asia) + 12.217
9. Xavi Vierge (Petronas Sprinta Racing) + 12.747
10. Marcel Schrötter (Liqui Moly Intact GP) + 12.874