Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By motogp.com

Dalla ghiaia al vertice, il venerdì è di Quartararo

Nonostante una caduta, il francese fa sua la prima giornata a Silverstone. Lo inseguono Miller e Martin, il duo ufficiale Honda è in top 5

Il cielo grigio della Gran Bretagna accoglie i piloti del Campionato del Mondo MotoGP. L’iconico circuito di Silverstone non tarda ad accogliere azione e sorprese. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP), caduto alla curva 8 ad inizio turno, lascia la pista un po’ zoppicante ma torna in azione per firmare il miglior tempo di giornata da 1:59.317.

Il layout e le statistiche dimostrano che qui le Yamaha trovano terreno fertile ma le Ducati dimostrano fin da subito che hanno margine per dire la loro. Al secondo posto, troviamo Jack Miller (Ducati Lenovo Team) e Jorge Martin (Pramac Racing) un rookie che ha la velocità necessaria per stare nelle primissime posizioni. Dopo aver fatto la differenza nella FP1, Marc Marquez (Repsol Honda Team) termina il venerdì col quinto posto, preceduto dal suo compagno di box Pol Espargaro (Repsol Honda Team).

Quartararo, dalla caduta al dominio della combinata

Dopo l’incredibile caduta di Marc Marquez (Repsol Honda Team) a 274 km/h alla curva 2, fatta nella FP1, nel pomeriggio Quartararo è stato protagonista di un incidente altrettanto spettacolare quanto spaventoso. Il francese si è schiantato in un cambio di direzione lasciando la pista con l’aiuto di un marshal col piede sinistro indolenzito e zoppicante a causa dell’impatto importante. Tornato al box per qualche minuto, El Diablo è subito tornato in pista strappando il primo posto per 0.3 secondi al leader temporaneo, Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini). La maggior parte dei piloti ha optato di uscire con gli pneumatici morbidi negli ultimi cinque minuti di FP2, per assicurarsi un posto nella top 10.

Quartararo zoppica dopo una caduta nella FP2

Q2, un piazzamento ambizioso e molto conteso

Pol Espargaro ha goduto di una buona giornata di apertura a Silverstone finendo quarto. Marc Marquez, uscito illeso dall’incidente alla curva 2 del mattino, è quinto a 16 millesimi di secondo dal suo compagno di squadra. Sesto crono per Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) che è determinato a ridurre il distacco in classifica da El Diablo; settimo tempo per Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) consolidando la crescita di una RS-GP sempre più competitiva. Il vincitore del GP d’Austria, Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing), è ottavo davanti ad Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) ultimo pilota ad aver vinto a Silverstone, nel 2019. Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) ipoteca il passaggio diretto alla Q2 grazie al decimo tempo ma dovrà consolidare il suo passo nella FP3 per evitare definitivamente la Q1.

Marquez cade a 274 km/h, bandiere rosse in FP1

Le speranze di difendere il titolo di Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) e di Johann Zarco (Pramac Racing) iniziano in modo complesso in Gran Bretagna visto che entrambi si trovano fuori dalla top 10 preceduti, al 12° posto, da Enea Bastianini (Avintia Esponsorama). Migliorare nella FP3 di sabato mattina sarà indispensabile per i due aspiranti campioni.

Dopo essere caduto alla curva 12 nella FP1, Alex Marquez (LCR Honda Castrol) è protagonista di una seconda caduta, una dinamica simile a quella che ha visto il fratello cadere al mattino e fortunatamente ne esce illeso. Il debuttante ed eroe di casa Jake Dixon (Petronas Yamaha SRT) migliora il suo tempo di un secondo e tre nel pomeriggio.

Una frenetica FP3 della MotoGP™ è in arrivo alle 09:55 ora locale (GMT+1) di sabato mattina!

I primi 10 della classifica combinata:

1. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) – 1:59.317
2. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 0.512
3. Jorge Martin (Pramac Racing) + 0.622
4. Pol Espargaro (Repsol Honda Team) + 0.718
5. Marc Marquez (Repsol Honda Team) + 0.734
6. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) + 0.785
7. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) + 0.902
8. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.998
9. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) + 1.075
10. Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) + 1.083