Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
1 giorno fa
By motogp.com

Viñales e Ronaldo, trasferimenti al centro dell’attenzione

L’ex telecronista della MotoGP™ Nick Harris commenta gli attesi esordi di Maverick con Aprilia e di Cristiano con il Manchester United

Si preannuncia un weekend molto interessante per due sportivi di assoluto livello che si apprestano a vivere una nuova inaspettata pagina nell’arco delle loro carriere. Mentre il calciatore Cristiano Ronaldo sarà impegnato nell’esordio con la maglia del Manchester United all’Old Trafford, Maverick Viñales sarà già nel bel mezzo della sua nuova esperienza che lo attende al MotorLand Aragon.

Nel calcio i trasferimenti tra squadre fanno parte del gioco; quando però ciò avviene nel corso della stagione di MotoGP™ fa clamore come nel caso dello spagnolo. Venerdì mattina infatti esordirà in sella alla Aprilia dopo aver lasciato il team ufficiale Monster Energy Yamaha. Ronaldo ha firmato tanti record mentre Viñales punta a un record che appartiene a un solo pilota nell’arco dei 73 anni di storia nella classe regina del Campionato.

Solo Mike Hailwood infatti ha vinto nella classe regina nella stessa stagione con due Case diverse. Altri ci sono andati vicini ma nel 1961 il pilota che in totale si sarebbe laureato campione del mondo per nove volte ha firmato un record finora per tutti impossibile da eguagliare. Il britannico vinse il terzo appuntamento del Campionato andato in scena nel Senior TT sul circuito montagnoso dell’Isola di Man in sella a una Norton. Prima della fine della stagione affiancò Gary Hocking, il quale avrebbe poi vinto il Campionato, nel team MV Agusta. Hailwood a Monza vinse il Gran Premio delle Nazioni.

Un anno prima un altro britannico ci era andato vicino. John Hartle chiuse al secondo posto nel Senior TT sull’Isola di Man in sella a una MV Agusta in quella che oggi definiremmo una wild card. Per il resto della stagione corse guidando una Norton e vinse il Gran Premio dell’Irlanda del Nord.

Nel 1964 Phil Read, che poi avrebbe vinto il titolo mondiale in 125, 250 e 500 cc, arrivò per tre volte sul podio in sella a una Matchless prima di passare a una Norton con cui vinse il Gran Premio dell’Irlanda del Nord sul circuito stradale di Dundrod.

Sei anni dopo – nel 1970 - Angelo Bergamonti iniziò la stagione guidando una Aermacchi per poi passare al team MV Agusta al fianco di Giacomo Agostini. Bergamonti a inizio annata portò a casa un paio di podi in Jugoslavia a Opatija e ad Assen alla guida di una Aermacchi prima del cambio di moto. Poi vinse l’ultima gara dell’anno con MV Agusta andata in scena al Montjuic in quel di Barcellona dopo essere arrivato secondo alle spalle del suo nuovo compagno di squadra a Monza appena due settimane prima. Agostini, avendo già vinto il titolo, saltò quell’ultima gara per correre in un evento internazionale britannico.

Viñales ha vinto la prima gara di questa stagione del Campionato del Mondo MotoGP in Qatar sotto i riflettori del Losail International con i colori del team ufficiale Yamaha. Nel GP Monster Energy di Gran Bretagna a Silverstone il suo nuovo compagno di squadra Aleix Espargaro ha regalato al team Aprilia il primo podio per la Casa di Noale nell’era quattro tempi in MotoGP con un eccezionale terzo posto.

Ora il palcoscenico è pronto per permettere a Viñales di emulare Hailwood prima della fine della stagione. Un paio di settimane fa il suo collega di esordi Ronaldo ha polverizzato il record di gol nel panorama calcistico internazionale.

Maverick, ora tocca a te.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati