Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
14 giorni fa
By motogp.com

Bagnaia è tra i vincenti del 2021

La tanto attesa vittoria è arrivata anche per Pecco che diventa l’ottavo pilota della classe regina a salire sul gradino più alto del podio

Il MotorLand ha ospitato uno dei corpo a corpo più avvincenti della stagione. Francesco Bagnaia vs Marc Marquez, Ducati Lenovo Team vs Repsol Honda Team, un duello epico di cui parleremo a lungo negli anni a venire. In più occasioni Pecco si è trovato ad un soffio dalla prima vittoria in classe regina ma, per una ragione o per un’altra, se l'è vista sfuggire. Al Gran Premio TISSOT de Aragón non ha voluto sentire ragioni e ha respinto ogni tentativo di sorpasso dell’otto volte campione del mondo raggiungendo quel risultato rincorso da tempo.

GP TISSOT di Aragon: La sintesi della battaglia MotoGP™

Fin dalle prove libere Pecco ha inserito la marcia vincente, in qualifica ha consolidato il passo firmando la pole position e in gara ha realizzato un sogno. Una situazione analoga l’ha vissuta Marquez che si è presentato ad Aragon da favorito avendo vinto cinque gare al MotorLand da quando è in MotoGP™ e il passo dimostrato fin dalle libere ha fatto presagire che, quanto meno, si sarebbe battuto per la vittoria. E così è stato.

Giunti alla resa dei conti, Bagnaia scatta in modo magistrale prendendo subito il comando della corsa e Marquez l’ha inseguito strappando il secondo posto a Jack Miller (Ducati Lenovo Team) mentre Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP), scattato terzo, si è progressivamente staccato dal gruppo di testa.

Le prime fasi della gara sono state incentrate nella ricerca dell’equilibrio tra ritmo e gestione delle gomme soft posteriori. Lo pneumatico Michelin ha supportato 23 giri carichi di rivalità pur avendo la spalla sinistra sempre più usurata ad ogni giro. Pecco e Marquez hanno trovato questo equilibrio in modo impeccabile, aumentando il loro vantaggio di oltre quattro secondi nelle fasi finali, quella per la vittoria è stata una lotta a due.

Il campione del mondo della Moto2™️ del 2018 è così l’ottavo pilota della classe regina a salire sul gradino più alto del podio nel 2021 unendosi a Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), Quartararo, al suo compagno di squadra Miller, Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing), Marc Marquez, Jorge Martin (Pramac Racing) e Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing).

La MotoGP™️ a cui stiamo assistendo è più competitiva che mai. Tutti e sei i costruttori hanno conquistato il podio quest’anno, cinque dei quali collezionano delle vittorie. Vincere una gara non è mai stato così difficile, le occasioni sfuggite a Pecco lo dimostrano. Marc Marquez ha mostrato la parte più agguerrita di sé ma, nonostante questo, Bagnaia è stato più forte.

La vittoria aragonese aumenta la luce sulla corsa di Ducati per il titolo nel 2021 con Pecco che è secondo a 53 punti da Quartararo. Il prossimo appuntamento si svolgerà al Misano World Circuit Marco Simoncelli, una pista che Bagnaia conosce bene e dove ha ottenuto il suo primo podio in classe regina lo scorso anno al ritorno dall’infortunio alla gamba rimediato in Repubblica Ceca. Ora, il piemontese è in gran forma, è fiducioso e pronto ad assicurarsi un altro bottino di 25 punti sulla pista di casa.

Attenzione però al campione del mondo in carica Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) che ha cinque podi a suo nome quest’anno e il brillante terzo posto di Aragon non è abbastanza per chi vuole difendere la corona. Nel 2020 il maiorchino ha ottenuto due podi a Misano e sarà uno dei principali piloti da battere sulla pista romagnola. Sarà il nono vincitore? Lo scopriremo domenica 19 settembre.