Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

Bagnaia detta il passo e Marquez prova la Honda 2022

Pecco è in testa alla classifica dei tempi del primo giorno di test, a Misano tutte le case presentano molte novità tecniche

Dopo una mattinata umida al Test ufficiale MotoGP™️ a Misano le condizioni sono migliorate lasciando spazio ad un intenso e interessante pomeriggio di lavoro. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) è stato il più veloce seguito da Pol Espargaro (Repsol Honda Team) e Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) ma nel primo giorno ci sono state molto più cose da osservare dei tempi sul giro. 

DUCATI 

Jack Miller e il suo compagno di squadra Bagnaia hanno provato delle novità aerodinamiche all'all'anteriore nel pomeriggio ottenendo tempi preziosi. Pecco è stato protagonista di una caduta alla curva 10 proprio mentre sfoggiava il nuovo pacchetto aerodinamico. Il pilota è uscito illeso dalla scivolata potendo poi stabilire il miglior tempo della giornata. 

Anche Jorge Martin (Pramac Racing) ha completato alcuni giri col nuovo pacchetto aerodinamico, in realtà, la casa emiliana ne ha due, il secondo dei quali divide una parte del design aerodinamico in due elementi. Johann Zarco ha provato un nuovo telaio ma il francese è già tornato a casa visto che si sottoporrà ad un intervento chirurgico di sindrome compartimentale lasciando la sella al collaudatore Michele Pirro

Dopo una caduta alla curva 6 all’inizio della sessione pomeridiana, Enea Bastianini (Avintia Esponsorama) ha completato solo 11 giri. Luca Marini (SKY VR46 Avintia) è riuscito a impostare un 1:31.998 registrando il sesto miglior tempo della giornata e limando un paio di decimi dal tempo che aveva stabilito in Q1 lo scorso fine settimana. 

HONDA 

Marc Marquez (Repsol Honda Team) ha definito il test di Misano come "molto importante" per HRC, infatti, abbiamo visto il collaudatore Stefan Bradl scendere in pista con una RC213V 2022-spec. L'otto volte campione del mondo, come molti altri piloti, ha aspettato il pomeriggio prima di fare qualche giro approfittando delle migliori condizioni della pista. 

Le differenze visibili sulla nuova Honda sono la forma della presa d'aria all’anteriore, il gruppo posteriore e lo scarico. È una Honda molto diversa da quella che siamo abituati a vedere in MotoGP™️ e questo fa presagire che HRC stia preparando un pacchetto molto competitivo per il 2022

Marc Marquez ha completato 46 giri nel pomeriggio e terminando col 15° tempo; Pol Espargaro e Nakagami hanno stabilito i loro tempi migliori rispettivamente al 63° e 57° giro. Alex Marquez (LCR Honda Castrol) ha completato 55 giri, finendo 17°. 

SUZUKI 

Sia Joan Mir che Alex Rins hanno provato il motore 2022-spec, così come avevamo visto nei test pre-stagionali in Qatar. Inoltre, gli spagnoli hanno testato alcuni miglioramenti di set-up e di elettronica e un telaio rinnovato. Mir e Rins prepareranno anche la seconda gara in programma al Misano World Circuit Marco Simoncelli del prossimo mese di ottobre. 

Mir ha rivendicato il quarto tempo dopo aver stabilito il suo miglior giro alla 59° tornata a quattro decimi migliore da Bagnaia; mentre Rins è stato uno stacanovista completando 71 giri. Il #42 è stato il 14° più veloce. 

APRILIA 

La grande novità nel box Aprilia è l'aerodinamica che vedremo nel 2022 provata dal collaudatore Lorenzo Savadori. Si tratta di un pacchetto aerodinamico più piccolo e compatto rispetto a quello attuale. Nel frattempo, Maverick Viñales (Aprilia Racing Team Gresini) continua il suo adattamento alla RS-GP ma una caduta alla curva 15, mentre faceva il suo giro migliore, ha ostacolato il pomeriggio di lavoro. Aleix Espargaro ha concluso la giornata col quinto tempo dopo aver incasellato 51 giri nella sessione pomeridiana sull'asciutto. 

YAMAHA 

Dopo un po' di lavoro in condizioni di umidità, il leader del Campionato Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) ha girato col nuovo telaio Yamaha. Il francese ha anche una nuova unità di coda da provare per il 2022 insieme al compagno di squadra Franco Morbidelli che si è concentrato principalmente sul pieno recupero della sua forma fisica e sulla sua nuova moto. 

Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) è stato un altro pilota più veloce rispetto a quanto fatto in qualifica al GP di San Marino. Il Dottore, 11°, ha registrato un tempo da 1:32.170. Il suo nuovo compagno di squadra Andrea Dovizioso ha continuato ad aumentare la fiducia con la YZR-M1 dopo il weekend di debutto a Misano. Il romagnolo termina col 19° tempo ed è a un secondo e uno da Bagnaia

In pista per la casa austriaca c'era il collaudatore Dani Pedrosa, insieme a Mike Leitner, Red Bull KTM Factory Racing Team Manager, che ha spiegato a Jack Appleyard di motogp.com che il MotoGP™️ Legend ha provato alcune idee future. Brad Binder e Miguel Oliveira con Danilo Petrucci ed Iker Lecuona (Tech3 KTM Factory Racing) si sono centrati per trovare delle soluzioni agli attuali problemi della moto. 

In pista per la casa austriaca c'era il collaudatore Dani Pedrosa, insieme a Mike Leitner, Red Bull KTM Factory Racing Team Manager, che ha spiegato a Jack Appleyard di motogp.com che il MotoGP™️ Legend ha provato alcune idee future. Brad Binder e Miguel Oliveira con Danilo Petrucci ed Iker Lecuona (Tech3 KTM Factory Racing) si sono centrati per trovare delle soluzioni agli attuali problemi della moto. 

Mercoledì 22 settembre sarà un grande giorno per KTM e per le nuove reclute. Il leader del Campionato del Mondo Moto2™️ Remy Gardner e il suo compagno di squadra Raul Fernandez (Red Bull KTM Ajo) avranno la possibilità di provare, per la prima volta, una MotoGP™️

La seconda giornata di test inizierà alle 09:30 ora locale. Gli highlight, report, interviste, e il Facebook Live alle 13:30 insieme a tanti altri aggiornamenti saranno pubblicati sul nostro sito e sui nostri canali social, non perderti nemmeno un momento dell'azione! 

I tempi della prima giornata:

1. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) - 1:31.524
2. Pol Espargaro (Repsol Honda Team) + 0.107
3. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) + 0.319
4. Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) + 0.389
5. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 0.403
6. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.456
7. Luca Marini (SKY VR46 Avintia) + 0.474
8. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 0.520
9. Jorge Martin (Pramac Racing) + 0.611
10. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 0.645