Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By motogp.com

Quartararo e Acosta si preparano al primo match point

La seconda tappa dell’anno a Misano sarà particolarmente emozionante visto che in MotoGP™ e Moto3™ ci si gioca il titolo. Facciamo il punto

Col secondo posto di Austin, Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) ha ipotecato il titolo mondiale. Il francese non è riuscito a tenere a bada Marc Marquez (Repsol Honda Team) ma ha comunque fatto un ulteriore passo verso la corona iridata finendo davanti a Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) che ora è l'unico pilota in grado di poter fermare El Diablo quando ci sono ancora 75 punti in palio. Ad ogni modo, nella tappa americana, il #20 ha aggiunto altri quattro punti ai 48 che aveva già di vantaggio su Pecco. In altre parole, il francese ha la possibilità di diventare campione già a Misano solo se si imporrà sul suo rivale più diretto.

"Ho aspettato questo momento per più di 15 anni e naturalmente sono ad una gara in meno dal mio sogno, ne restano solo tre alla fine della stagione - ha detto El Diablo a Matt Birt al termine della gara al COTA - Detto questo, non voglio ossessionarmi. So di avere un buon margine, farò del mio meglio a Misano e se non vinco lì, vincerò a Portimão. Facciamo un passo alla volta".

Una stagione consistente

Il francese è stato il pilota più costante di tutti nel 2021, come dimostrano le sue cinque vittorie: a Doha, Portogallo, Mugello, Olanda e Gran Bretagna, a cui si uniscono altri cinque podi. Il francese del Monster Energy Yamaha MotoGP ha mancato un piazzamento sul podio a Jerez a causa di un forte dolore al braccio, motivo per cui pochi giorni dopo è stato operato alla sindrome compartimentale. Lo stesso è successo al Montmelo, quando ha ricevuto una doppia penalità per aver guidato con la tuta aperta e per aver superato una chicane agli ultimi giri.

In ogni caso, Quartararo non ha mai fatto peggio del 13° posto. Dal canto suo, Bagnaia ha due vittorie e un totale di sette piazzamenti in top 3 a cui si unisce un ritiro. "Non ho intenzione di arrendermi ma Fabio ha fatto una stagione fantastica. È stato il pilota più veloce fin dall'inizio ed è stato costante, a differenza degli altri" ha precisato Pecco. Per quanto riguarda Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), attualmente terzo in Campionato, è già matematicamente fuori dalla corsa al titolo e il suo palmares è ancora privo di vittorie quest'anno.

Le possibilità di vedere Acosta campione a Misano

C’è un’altra corona in palio al Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna ed è quella della Moto3™ il cui principale candidato è Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo). Il vantaggio dello spagnolo è meno determinante rispetto a quello di Quartararo, poiché ha 30 lunghezze di vantaggio su Dennis Foggia (Leopard Racing) e 50 su Sergio Garcia (Solunion GASGAS Aspar Team). Quest’ultimo è stato costretto a ritirarsi ad Austin a causa di una lesione renale. Il rookie, autore di cinque vittorie e un secondo posto al suo debutto nel mondiale, non sale sul podio da cinque appuntamenti.

Al contrario del leader del Campionato, Foggia sta riscattando un inizio di stagione marcato da cinque gare prive di punti in sette appuntamenti complessivi, questo significa che, il romano o finiva le gare sul podio o non faceva punti. Ma negli ultimi sei GP ha invertito la tendenza incasellando due vittorie, due terzi posti e un terzo piazzamento rendendosi un temibile avversario per Acosta. Nonostante tre trionfi stagionali, Sergio Garcia Dols ha vissuto fine settimana complicati a Doha, Silverstone e Aragon prima di Austin. Detto questo, per sperare di essere incoronato a Misano, Acosta dovrà guadagnare almeno 21 punti sui suoi due rivali, e non sarà facile.

Scopri come si evolverà la situazione del Campionato del Mondo a partire dal venerdì 22 ottobre, quando i piloti saranno in pista per il primo turno di libere, fino a domenica 24 ottobre quando scopriremo se avremo i primi campioni del 2021 o meno.

Consigliati