Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Bagnaia: "Non mi arrenderò"

A tre gare dalla fine il piemontese è staccato di 52 punti dal leader Quartararo ma non mollerà finché non sarà out matematicamente

Restano sole tre gare alla fine della stagione 2021 del Campionato del Mondo MotoGP™ che ha come favorito per la conquista di uno storico primo titolo nella classe regina il portacolori del team Monster Energy Yamaha Fabio Quartararo. Il francese ha 52 punti di margine su Francesco Bagnaia (Lenovo Ducati Team), il quale però non si arrenderà prima del tempo.

Per laurearsi campione del mondo 2021 a Bagnaia servirà una vera impresa anche se il piemontese ritiene che la pressione sia tutte sulle spalle di Quartararo. "Sono più rilassato di Fabio," ha spiegato il pilota di Chivasso dopo il settimo podio dell’anno conquistato al Circuit of the Americas, ritenendo che le alte aspettative del francese che punta a chiudere i giochi a Misano possano in realtà andare in suo favore.

Rewind 15: Il dolce sapore della vittoria

"Di sicuro non mi arrenderò," ha esordito Bagnaia. "Fabio quest’anno ha svolto un gran lavoro. In partenza è il più veloce ed è anche il pilota più costante fino alla bandiera a scacchi. È veramente un ottimo pilota, quindi senza dubbio avrà la possibilità di vincere. Sappiamo dove abbiamo perso questi punti. Nelle ultime tre o quattro gare stiamo facendo davvero un ottimo lavoro. Stiamo migliorando, stiamo imparando. Siamo più competitivi ma penso che anche Fabio stia facendo un ottimo lavoro”.

"Proverò semplicemente a ridurre le distanze. Sembra impossibile ma ci sto provando. Penso di essere più rilassato di Fabio dato che Fabio deve pensare al Campionato. Tutto quello a cui devo pensare è essere il più competitivo possibile. Non sto dicendo che Fabio non sia rilassato ma penso di essere più calmo”.

Bagnaia, senza rimpianti: "Non possiamo essere delusi"

In caso di un’altra vittoria per Bagnaia al Misano World Circuit Marco Simoncelli i giochi per il successo finale resterebbero aperti almeno fino a Portimao. Il portacolori del team ufficiale Ducati spera che una sua ulteriore vittoria possa mettere ancora più pressione al Diablo. Al massimo tra un mese sapremo chi sarà il nuovo campione del mondo nella classe regina.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!