Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
3 giorni fa
By motogp.com

Quartararo, sette anni per raggiungere la vetta in MotoGP™

Scopri il percorso del francese, dalla sua prima volta in moto alla vittoria del titolo mondiale in classe regina nel 2021

Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) nasce a Nizza nel 1999 e quando ha solo quattro anni suo padre Etienne, ex campione francese in 125cc, gli regala una Yamaha PW50, una minimoto con la quale muove i primi metri iniziando ben presto a partecipare a delle competizioni locali.

Il suo talento è tangibile, così il padre investe su Fabio facendolo competere in Italia e in Spagna. Pur cambiando spesso moto nel corso degli anni successivi, Quartararo è sempre brillante e consolida il suo potenziale vincendo il titolo del Campionato Catalano e poi quello nella categoria Pre-Moto3 del Campionato Mediterraneo. Proprio in quest’ultimo periodo, il suo casco è una replica di quello usato da Roberto Locatelli dove è presente un diavoletto. Da lì nasce il soprannome di El Diablo.

Nel 2011, la famiglia Quartararo incontra Eduardo Martin, un imprenditore spagnolo deciso ad investire in giovani talenti, promuovendo la sua bevanda energetica, così sceglie di sostenere Fabio accompagnandolo all’esordio nel FIM CEV Repsol Moto3™. Nel frattempo il francese si trasferisce a Benidorm, vicino a Valencia. Vince il titolo nel 2013 e nel 2014 con l’Estrella Galicia 0,0 e, in seguito alla vittoria del secondo titolo, la squadra sceglie di promuoverlo al Campionato del Mondo. Con l'abolizione del limite di età fissato a 16 anni e la possibilità di promuovere al mondiale il vincitore del Campionato del Mondo Moto3™ Junior, inizia l’avventura di Fabio nel Mondiale.

Un arrivo precoce e promettente nel Campionato del Mondo

Emilio Alzamora, al tempo manager di Quartararo, non rimane deluso dalla sua nuova recluta. Fabio sale sul podio ad Austin, alla sua seconda gara, e di nuovo ad Assen. Regolarmente classificato nella top 10, Quartararo inizia ad essere paragonato ben presto a Marc Marquez (Repsol Honda Team) vista la sua precocità e il suo talento. Ad aumentare la pressione sul giovane francese è un infortunio alla caviglia destra, rimediato in una caduta a Misano, che lo costringe a rinunciare a cinque gare accontendandosi del decimo posto finale.

Gli anni più scuri e la rinascita

Eduardo Martin spinge perché Fabio continui col Leopard Racing ma la squadra ha scelto di passare dalla Honda alla KTM. Nonostante questo, il team sfoggia tre piloti quell'anno: Fabio Quartararo, Joan Mir e Andrea Locatelli. In top 10 solo in sei occasioni su 18 gare, il francese termina l’anno senza nemmeno un podio e il rapporto col suo manager si logora definitivamente.

L’incontro con Eric Mahé, al quale sceglie di affidare la sua carriera, permette a Quartararo di affacciarsi verso nuovi orizzonti. La priorità del suo nuovo agente è il passaggio in Moto2™. Insieme, si rivolgono al team Pons HP40 e nel 2016 i risultati del francese sono piuttosto discreti motivo per cui, Sito Pons opta per avere in squadra Hector Barbera e Lorenzo Baldassarri.

Fabio trova spazio nel team di Luca Boscoscuro. Non tarda molto a registrare una tripletta composta da: pole position, miglior giro e vittoria, al Montmelo. Al Gran Premio d'Olanda firma il secondo posto avviandosi alla ribalta. La sua rinascita avviene nel momento in cui il Petronas cerca dei piloti giovani per la nuova avventura in MotoGP™. Razlan Razali, Johan Stigefelt e Lin Jarvis ufficializzano il giovane prodigio francese durante il GP di Gran Bretagna del 2018. L’esordio tra i pesi massimi è assicurato.

L’ingresso in MotoGP

Marzo 2019, Fabio Quartararo debutta in classe regina e si fa presto conoscere. A Jerez diventa il più giovane poleman della classe regina con i suoi 20 anni e 14 giorni.

Il francese registra altre cinque pole position e lotta con Marc Marquez in diverse occasioni senza mai riuscire a negargli la vittoria. I sette podi gli permettono comunque di terminare la stagione col quinto posto e il titolo di miglior pilota indipendente insieme a quello di Rookie of the Year!

Nel 2020 ci si aspetta un suo predominio, soprattutto dopo l’uscita di scena per un infortunio di Marc Marquez. Il francese vince le prime due gare ma nel corso della seconda metà di stagione il rendimento cala e il sogno del titolo svanisce nonostante la vittoria al Montmelo. A Valencia, penultimo evento del 2020, è Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) ad assicurarsi il titolo mentre il #20 termina il Campionato con l'ottava posizione in classifica generale.

Fabio Quartararo torna in grande stile nel 2021, anno del suo passaggio al team ufficiale Yamaha dove prende il posto di Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT). Autore di 10 podi di cui cinque successi, El Diablo si laurea Campione del Mondo a Misano diventando il primo francese a conquistare la classe regina dalla nascita del Campionato nel 1949!

Biografia del nuovo Campione del Mondo

Data di nascita: 20 aprile 1999
Luogo di nascita: Nizza, Francia
Primo Gran Premio: Losail 2015, Moto3
Prima pole position: Jerez 2015, Moto3
Primo podio: Austin 2015, Moto3
Prima vittoria: Montmeló 2018, Moto2
Gran Premi: 116 (49 in MotoGP™)
Vittorie: 9 (8 in MotoGP™)
Podi: 24 (20 in MotoGP™)
Pole position: 18 (15 in MotoGP™)
Migliori giri: 10 (9 in MotoGP™)
Titoli mondiali: MotoGP™ (2021)

Carriera nel Campionato del Mondo

2015: Campionato del Mondo Moto3™ - 10^ posizione su Honda, 13 gare, 92 punti
2016: Campionato del Mondo Moto3™ - 13^ posizione su KTM, 18 gare, 83 punti
2017: Campionato del Mondo Moto2™ - 13^ posizione su Kalex, 18 gare, 64 punti
2018: Campionato del Mondo Moto2™ - 10^ posizione su Speed Up, 18 gare, 138 punti
2019: Campionato del Mondo MotoGP™ - 5° posto su Yamaha, 19 gare, 192 punti
2020: Campionato del Mondo MotoGP™ - 8^ posizione su Yamaha, 14 gare, 127 punti
2021: Campionato del Mondo MotoGP™ - Campione del Mondo su Yamaha, 16 gare, 267 punti

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati